Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Cultura e turismo, l'Emilia-Romagna e il sistema Paese

A Bologna tavola rotonda con il ministro Franceschini per creare nuove sinergie.

Si è tenuta venerdì scorso, 9 gennaio, in un’affollatissima Sala dello Stabat Mater dell'Archiginnasio la tavola rotonda Cultura e Turismo: l’Emilia-Romagna e il sistema Paese alla presenza del ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini e del neo assessore al Turismo della Regione, Andrea Corsini. L’incontro è stato promosso dai Comuni di Bologna e Ferrara e organizzato da ArteLibro. 

L’Italia è la meta turistica più ambita al mondo, ma si trova al 18° posto nelle rilevazioni economiche sul turismo, questo dato fa capire come siano necessari un nuovo pensiero e un nuovo atteggiamento verso il turismo. Qualificare e moltiplicare l’offerta, potenziare la digitalizzazione del comparto, creare nuove professionalità e scuole di formazione in ambito turistico, promuovere l’Italia e la regione come sistema: sono stati questi i temi intorno a cui si sono riuniti gli amministratori delle città della nostra regione. Il convegno è stato chiuso dal ministro Dario Franceschini, che ha indicato nel turismo una vera grande opportunità per il Paese e per l’Emilia Romagna, sentiamolo ai nostri microfoni: 

Intervista ministro Franceschini 

Franceschini ha colto l’occasione per ribadire i temi della riforma del suo Ministero: le Soprintendenze si occuperanno solo di tutela e saranno accorpate, il personale dirigenziale andrà invece a gestire il grande museo diffuso italiano che ha portato a 40 milioni il numero dei visitatori delle strutture statali anche grazie all’apertura gratuita della prima domenica del mese. Il ministro ha sottolineato anche l’importanza del decreto Art Bonus che introduce strumenti concreti ed operativi per sostenere il patrimonio culturale e rilanciare il settore turistico. Grazie al provvedimento sarà infatti detraibile il 65% delle donazioni che le singole persone e le imprese faranno in favore di musei, siti archeologici, archivi, biblioteche, teatri e fondazioni lirico sinfoniche. Anche le strutture turistiche potranno contare su significativi tax credit, pari al 30% delle somme investite in interventi di ristrutturazione, ammodernamento e digitalizzazione. Gli abbiamo chiesto come gli amministratori locali si stiano approcciando a questa opportunità: 

Intervista ministro Franceschini 

I lavori sono stati aperti dal sindaco di Bologna, Virginio Merola che ha sottolineato l’importanza crescente del turismo nell’economia emiliana e nazionale e ha indicato Bologna e la Città metropolitana come porte di accesso al sistema regionale. Al tavolo dei relatori: Matteo Lepore, assessore della Giunta felsinea, Massimo Maisto, vicesindaco di Ferrara, Andrea Gnassi, sindaco di Rimini, Cristiano Casa, assessore al turismo di Parma e Tommaso Rotella, assessore al turismo di Modena. Gli amministratori locali hanno portato al tavolo le esperienze dei rispettivi territori e si sono trovati concordi nell’esprimere la necessità di lavorare in sinergia. In questo le politiche regionali avranno un peso decisivo, ne abbiamo parlato con Andrea Corsini, assessore al Turismo della Regione. 

Intervista assessore Corsini

Tags

Note

A cura di Cinzia Leoni e Piera Raimondi Cominesi

Commenti

commenti gestiti con Disqus