Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Dieta Mediterranea

Andrea Segré propone la Giornata Mondiale

Per ora è solo un'idea, ma Andrea Segrè, direttore del Dipartimento di Scienze e Tecnologie agroalimentari e presidente del Last Minute Market, ci crede e ha lanciato la proposta di dedicare alla Dieta Mediterranea una Giornata Mondiale. Dichiarata patrimonio culturale immateriale dell'umanità UNESCO nel 2010, la Dieta Mediterranea rappresenta un insieme di competenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggio alla tavola, includendo le colture, la raccolta, la pesca, la conservazione, la trasformazione, la preparazione e, in particolare, il consumo di cibo. ll termine “Dieta” si riferisce all’etimo greco “stile di vita”, cioè all’insieme delle pratiche, delle  rappresentazioni, e dei saperi  che le popolazioni del Mediterraneo hanno creato nel corso dei secoli intorno al cibo. L'Italia è al momento la nazione che detiene il maggior numero di siti (47) inclusi nella lista dei patrimoni dell'umanità dell’UNESCO, e possiede tre elementi di patrimonio intangibile, vale a dire tradizioni culturali tramandate per via orale o scritta uniche al mondo per ricchezza e valore: l’Opera dei Pupi siciliana, il Canto a tenore sardo e La Dieta Mediterranea.

Ai nostri microfoni il professor Segré ci parla della sua proposta:

Intervista a Andrea Segré

Tags

Note

A cura di Piera Raimondi Cominesi

Commenti

commenti gestiti con Disqus