Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Gli eleganti profumi della Malvasia di Candia Aromatica delle Colline Piacentine

Nella sua veste d’oro, il Donna Luigia 2013 dell’azienda vitivinicola Torre Fornello di Ziano Piacentino

Ancora sulle colline piacentine, ancora in Val Tidone, a godere di natura e sole durante un’altra bella domenica di maggio.
Dopo avere apprezzato e conosciuto il carattere forte e mascolino del Gutturnio, passo ad intrattenervi con l’amabile e molto femminile Malvasia di Candia Aromatica per completare questa incursione nel mondo enologico piacentino.

La Malvasia è un vitigno dalle origini antiche. In Emilia la più ricca di personalità è l’Aromatica di Candia, che ha trovato sulle dolci colline di Piacenza e di Parma suoli ricchi d’argilla e clima temperato, ideali per la maturazione dei suoi grappoli dorati.

Volevo proporvi una Malvasia che difficilmente avreste poi dimenticato, una malvasia ricca e avvolgente, e così sono ritornata nel territorio collinare della Val Tidone, più esattamente a Ziano Piacentino, al confine con l'Oltrepò pavese, per fare visita all’azienda Torre Fornello di Enrico Sgorbati.

Enrico è un uomo che ama i suoi vini. Ha una personalità frizzante come i suoi spumanti, è determinato e deciso come i suoi rossi, è amabile e piacevole come i suoi bianchi.

Enrico è alla guida di Torre Fornello dal 1992 ma l’azienda ha alle spalle una storia assai più antica che ci facciamo raccontare da lui.

Intervista ad Enrico Sgorbati

Con la nostra Donna Luigia raggiungiamo le cantine della Rocca di Dozza dove attenderci in questa puntata c’è Maurizio Manzoni, il responsabile dell’Enoteca regionale.
Il nostro Ambrogio Manzi è infatti partito ad Hong Kong dove dal 24 al 26 maggio si svolge Vinexpo Asia Pacific, una delle principali fiere internazionali del settore vinicolo con visitatori e buyers provenienti soprattutto dal sud-est asiatico.

Maurizio, esperto sommelier, gestisce tutte le attività dell’Enoteca. A Dozza è lui che può aiutarvi nella scelta dei vini da acquistare ed è lui che vi guiderà nelle degustazioni dei vini presenti in cantina.

Degustazione di Maurizio Manzoni

Con la mia bottiglia di Donna Luigia e con i preziosi consigli del sommelier sono pronta a raggiungere un’altra località del territorio piacentino: Carpaneto.

Qui ad attendermi c’è lo chef Daniele Repetti del ristorante Il Nido del Picchio.
La cucina di Daniele è una cucina equilibrata e di gusto che privilegia la qualità delle materie prime. I suoi piatti sono legati alla sua terra ma guardano il mare e ci si tuffano.

Intervista a Daniele Repetti

È arrivato il momento di salutare la collina piacentina e di partire alla scoperta della provincia di Parma.
Parma è la prima città italiana dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità proprio per la sua gastronomia.

I suoi prodotti regnano nelle tavole di tutto il mondo: il parmiggiano reggiano, il prosciutto crudo di parma, il culatello di Zibello, il salame di Felino sono tutti prodotti che non hanno bisogno di molte presentazioni.
Tante invece saranno le soprese e le curiosità che ci attendono nella scoperta dei suoi preziosi vini.Cominceremo da Sala Baganza e dal Barbera vinificato in purezza dall’Azienda agricola Palazzo. Questo ottimo vino troverà in cucina un alleato invincibile. Sarà infatti Massimo Spigaroli dell’Antica Corte Pallavicina a rendergli onore con uno dei sui prelibatissimi piatti.

Appuntamento quindi alla prossima puntata e un brindisi alla vostra salute da Laura di Cantine & Cucine.

Tags

Note

A cura di Laura Di Salvo