Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Il Prugneto Romagna DOC Sangiovese Superiore di Poderi dal Nespoli

Tutta la Romagna a portata di calice

Bentrovati a Cantine & Cucine amici di RadioEmiliaromagna,
con questa prima tappa in provincia di Forlì-Cesena, vado ad approfondire la mia scoperta della Romagna.
Quella generosa, conviviale e sanguigna, quella Romagna che dà le spalle all’Appennino e volge lo sguardo all’orizzonte per scorgere l'Adriatico.

L’uscita autostradale è quella di Forlì. Poderi dal Nespoli, l’azienda che voglio presentarvi nella puntata di oggi, si trova a Civitella di Romagna, subito dopo avere attraversato la piccola frazione di Cusercoli che si erge su uno sperone roccioso dominato dal castello medievale e dalla chiesa di San Bonifacio.

Facilmente si raggiunge l’azienda, al cui ingresso è parcheggiata la balilla modificata con cui nonno Attilio Ravaioli agli inizi del ‘900 andava a vendere bottiglie e damigiane del vino da lui prodotto nella cantina dietro l’osteria di sua proprietà.

Arrivati in cima alla salita che porta in azienda, si apre allo sguardo una vista meravigliosa. Le cime dell’Appenino sono innevate e tutto è circondato da una natura rigogliosa.
Le linee architettoniche dei vari edifici che compongono l’azienda si innestano in maniera del tutto naturale in questo paesaggio da fiaba, tutto è stato edificato con grande cura: l’agriturismo dove è possibile pernottare e che presto si doterà di un punto ristoro con cucina locale, la bottega del vino all’interno della quale acquistare i vini del podere e una selezione di leccornie del territorio; la modernissima cantina dotata di tutte le tecnologie di ultima generazione, il locale che ospita le barriques e le botti di rovere dove il vino riposa in condizioni ottimali, la sala degustazione, la sala riunioni, gli uffici.. 


Qui ad attendermi c’è Fabio Ravaioli, vicepresidente dell’azienda e nipote di Attilio, talmente impegnato nel lavoro per la sua azienda e talmente innamorato delle colline in cui si trova, che qui ci abita pure.
Se Fabio è la voce di Poderi dal Nespoli, Celita Ravaioli ne è le mani, è lei, quarta generazione della famiglia, che si occupa con cura maniacale della salute dei vigneti e di tutte le fasi della trasformazione dell’uva in vino. La forza e l’ottima salute commerciale dell’azienda è garantita dalla professionalità della MGM Mondo del vino della famiglia Martini, anche essa con profonde radici in Romagna.

Poderi dal Nespoli può contare su una squadra efficientissima di dipendenti che lavorano con professionalità, non solo per produrre un vino ma per valorizzare un intero territorio.
Fabio è un perfetto padrone di casa, ha la battuta pronta e ama i piaceri della vita, le sue passioni più grandi: il vino e la moto. 
È lui che ascoltiamo nell’interista che vi propongo

Intervista a Fabio Ravaioli

Il Prugneto è un vino che sa piacevolmente farsi amare al primo sorso. Dopo la visita in azienda, ne ho stappato una bottiglia a cena. Nel calice un bellissimo rosso rubino brillante, con una trasparenza nitidissima, un’esplosione di frutta rossa con la ciliegia protagonista e  una punta di spezia che punge il naso, e poi, tannini così equilibrati, nonostante la giovane età, che ad ogni sorso ti scaldano il cuore.
La piacevolezza che ho scoperto nel mio calice ve la faccio raccontare, con le giuste parole, dal nostro Maurizio Manzoni che mi aspetta a Dozza per il nostro consueto appuntamento di degustazione.

Degustazione con Maurizio Manzoni

Un vino sincero, genuino, che non disattende nessuna delle aspettative che crea al solo guardarlo. Così come lo chef che oggi vi presento. Gianluca Gorini, classe 1983, marchigiano di origini e targato Romagna.
Scoprirete che gli piace tantissimo parlare e che ascoltarlo è un piacere. A parlare è la sua esperienza, la sua professionalità, il suo entusiasmo, la sua grinta e la sua concretezza.
Dal momento che ha tanto da raccontarci, lascio subito a lui la parola.

Intervista a Gianluca Gorini

Bene amici,
proseguiamo il nostro viaggio con un’altra tappa che si prospetta altrettanto interessante. Ci spingiamo nella parte più alta della collina romagnola in direzione di Predappio Alta per fare la conoscenza di un altro eccezionale Sangiovese: Vigna del Generale prodotto dalla Fattoria Nicolucci. Il piatto che farà da contrappunto ad un vino di così rigorosa struttura, ce lo faremo preparare da uno chef di cui avete già sentito parlare in questa puntata, il grande Paolo Teverini, chef estremo nella ricerca della qualità delle materie prime e nell’accostamento dei prodotti. Di casa sta a Bagno di Romagna dove gestisce il ristorante che porta il suo nome.

In attesa di rimettermi in viaggio..

un brindi alla vostra salute, 
da Laura di Cantine & Cucine

Per approfondire
www.poderidalnespoli.com - www.cheftochef.eu/item/gianluca-gorini/ - www.enotecaemiliaromagna.it  

 

Le musiche che avete ascoltato in questa puntata sono: Stealers Wheel - Stuck in the middle with you; Steppenwolf - Born to be wild; George Baker - Little green bag; Comanche - Bring out the gimp; Kenny Rogers & The first edition - Just dropped in

Tags

Note

A cura di Laura Di Salvo

Commenti

commenti gestiti con Disqus