Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Al Vinitaly 2016

La Via Emilia e i vitigni autoctoni protagonisti di un’edizione di successo

Bentrovati alla seconda puntata di Cantine & Cucine amici di RadioEmiliaRomagna.
Si è conclusa da pochi giorni la 50esima edizione del Vinitaly di Verona, la più importante manifestazione internazionale dedicata al mondo del vino, e l’Emilia-Romagna è tornata a casa con molta soddisfazione e ottimi risultati.
Il padiglione 1, immediatamente visibile ancora prima di varcare l’ingresso della fiera, è stato sempre affollato di visitatori durante i quattro giorni della manifestazione che, lo ricordiamo, si è svolta dal 10 al 13 aprile scorso.
Un altissimo numero di presenze di professionisti e addetti del settore grazie alla qualità dei vini proposti in degustazione dai nostri produttori, ma grazie soprattutto all’impeccabile organizzazione garantita dall’Enoteca regionale che ha lavorato sodo e in stretta sinergia con la Regione, con i consorzi e con l’Associazione Italiana Sommelier di Emilia e di Romagna.

L'Emilia-Romagna ha fatto vedere all'Italia e al mondo che possiede una  ricca produzione, variegata e di qualità. Si è presentata con un’identità precisa, grazie ad una comunicazione forte e coordinata, che ha messo al centro un territorio unico, quello della Via Emilia, offrendo una proposta turistica in grado di integrare enogastronomia, cultura e servizi.
Protagonista quindi la via Emilia e i suoi frutti: al Vinitaly abbiamo conosciuto e degustato i vitigni autoctoni emiliano-romagnoli in tutte le loro diverse espressioni. Vitigni che si sono rivelati estremamente versatili nello loro versioni frizzanti, spumanti, fermi, dolci e passiti. Vitigni che parlano di tradizione e di territorio e che si uniscono, in un matrimonio perfetto, con i tantissimi prodotti agroalimentari Dop e Igp e con l’eccellente gastronomia della nostra regione.

Ma entriamo nel vivo di quanto è successo all’interno del padiglione emiliano-romagnolo e lasciamo la parola ad Annalisa Barison, presidentessa di AIS Emilia, per farci raccontare i sapori e i profumi dell’Emilia-Romagna.

Intervista ad Annalisa Barison

La giornata inaugurale della 50a edizione di Vinitaly ha tenuto a battesimo anche la presentazione ufficiale di Via Emilia Wine&Food, l’app dedicata all’offerta enogastronomica emiliano-romagnola, realizzata da APT Servizi in collaborazione con gli assessorati all’Agricoltura e al Turismo della Regione ed in partnership con Enoteca Regionale e AIS Emilia e Romagna.
L’editore della App è l’Agenzia Prima Pagina di Cesena. Siamo in compagnia del suo direttore Maurizio Magni a cui diamo il benvenuto

Intervista a Maurizio Magni

E adesso il resoconto di queste quattro intense giornate di lavoro, di affari e, perché no, di piacere, lo facciamo fare al presidente di Enoteca Regionale, Pierluigi Sciolette.

Intervista a Pierluigi Sciolette

Dopo questa tappa a Verona, sono pronta ad attraversare con voi la via Emilia e felice di scoprire insieme la ricchezza e l’offerta di questa terra vivace.
Nella prossima puntata di Cantine & Cucine, andremo alla scoperta del territorio piacentino, in visita all’azienda vitivinicola La Tosa dove degusteremo una tra le migliori espressioni del più illustre vino DOC della zona, il Gutturnio.
Assaggeremo i famosi salumi piacentini e ci faremo tentare dai piatti della tradizione locale, rivisitati dalla fantasia e dalla creatività della grandissima Isa Mazzocchi, cuoca straordinaria de La Palta, ristorante stellato incastonato tra le dolci colline e le verdi pianure della Val Tidone.
Non mi resta che darvi appuntamento alla prossima puntata.
Un brindisi alla vostra salute da Laura di Cantine & Cucine

Tags

Note

A cura di Laura Di Salvo

Commenti

commenti gestiti con Disqus