Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Riccardo Muti e l'Orchestra Giovanile Cherubini in tournèe negli Emirati e in Oman

Lo spettacolo dell'Emilia-Romagna nel mondo

A pochi mesi dalla conclusione della fortunatissima tournée che, lo scorso dicembre, ha visto Riccardo Muti sul podio dell'Orchestra Giovanile Luigi Cherubini esibirsi in alcune delle più importanti realtà teatrali italiane, Muti torna di nuovo a dirigere la "sua" giovane orchestra in una serie di concerti che attraversano il Mediterraneo per approdare prima negli Emirati Arabi Uniti, per l'Abu Dhabi Festival (25 marzo), poi in Oman, alla Royal Opera House di Muscat (28 e 29 marzo). Palcoscenici questi in cui alla "Cherubini" si affiancherà una delle più straordinarie ed acclamate musiciste delle ultime generazioni, la violinista Anne-Sophie Mutter.

Lo spettacolo Karamazov, prodotto da Emilia Romagna Teatro Fondazione e portato in scena dal regista Cesar Brie e da un gruppo di giovani attori, replicherà nei giorni 27, 28, 29 e 30 marzo al teatro El Galpón de Guevara di Buenos Aires. Karamazov, liberamente tratto da I fratelli Karamazov di Dostoevskij, è un allestimento semplice, fatto di pochi elementi scenici ma dalla forte cifra suggestiva ed evocativa.

La compagnia cesenate Raffaello Sanzio dal 26 al 28 è a Strasburgo in Francia con Go down, Moses, spettacolo diretto da Romeo Castellucci, con la musica originale di Scott Gibbons. Il lavoro affronta i differenti momenti della vita di Mosè, così come ci vengono narrati nel libro dell'Esodo.

Fondazione Nazionale della Danza - Compagnia Aterballetto è in tournèe in Spagna, a Bilbao dal 27 al 28 e a Oviedo il 31 marzo con Come un respiro e Rossini Cards entrambi coreografie di Mauro Bigonzetti. 

La compagnia romagnola Motus è il 26 e il 27 a Oslo con Nella Tempesta. Spiega la compagnia: "Partiamo da Shakespeare ma navighiamo un po' alla deriva fra le epoche, leggendo Huxley, DeLillo, Ballard, Dick, London, Thoreau".

Il 27 e il 28 il Teatro delle Ariette è Vélizy-Villacoublay in Francia con lo spettacolo Matrimonio d'Inverno, il diario della vita quotidiana, di  Paola e Stefano, scritto durante l'inverno 2008-2009, dopo 20 anni di vita in campagna e 10 di teatro fatto in giro per l'Italia e l'Europa.

È stata inaugurata al Museo Western Art di Tokyo la mostra "Guercino e il Barocco". Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino, artista centese barocco, sta diventando sempre più "popolare" e internazionale, oltre che farsi ambasciatore del suo territorio. Dopo le esposizioni italiane, polacche e croate  le opere del pittore centese si trovano ora al museo nipponico dove si prevede un'affluenza di oltre 100.000 visitatori. Complessivamente le opere esposte sono 44 di cui 18 provenienti da Cento di Ferrara. La mostra resterà allestita fino al 31 maggio

È dedicata al grande gastronomo forlivese Pellegrino Artusi la mostra allestita all'Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico: "Pellegrino Artusi – L'Italia in cucina". Nell'anno dell'Expo di Milano, dedicato all'alimentazione, viene così dato spazio alla tradizione culinaria del Belpaese: l'esposizione messicana ruota, infatti, intorno al libro di cucina che ha dato le basi alla gastronomia italiana moderna. La mostra, che rimarrà esposta permanentemente presso l'istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, è stata organizzata dalla Consulta regionale degli Emiliano-romagnoli nel mondo, dall'Assessorato Cultura della Regione e da Casa Artusi assieme all'Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, nell'ambito delle manifestazioni "Anno dell'Italia in America Latina" del ministero Affari esteri e "Emilia-Romagna verso EXPO 2015".

Tags

Note

A cura di Marina Leonardi

Commenti

commenti gestiti con Disqus