Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Serata dedicata a Federico Fellini e al cinema italiano all'IIC di Marsiglia

Lo spettacolo dell'Emilia-Romagna nel mondo

Serata dedicata a Federico Fellini e al cinema italiano, l’11 giugno all’Istituto Italiano di Cultura di Marsiglia.  Si parte alle ore 18, con la presentazione del volume pubblicato dalla rivista Radici, sotto la direzione di Jean A. Gili: L’Italie au miroir de son cinéma, in presenza di Jean Gili, critico cinematografico e storico del cinema e di Rocco Femia, direttore di Radici. «Il cinema italiano è senza dubbio quello che ha meglio testimoniato il suo popolo». E’ con queste parole che Jean A. Gili, eminente specialista del cinema italiano, introduce la sua opera. Se il tema è stato, e continua ad essere ancora enormemente studiato, questa volta è trattato in modo originale, attraverso una pubblicazione in due volumi : un’importante raccolta di interviste di coloro che hanno fatto cinema dal dopo-guerra ai nostri giorni, inedite in lingua francese . Un percorso che rende omaggio anche all’iconografia, grazie a numerosi ritratti e immagini di riprese cinematografiche. Alla presentazione del volume segue, la proiezione del film La dolce vita di Federico Fellini (1963, VOSTF, 2h40), nel quadro del ciclo di film dedicato a Roma, Città Eterna. Con Marcello Mastroianni e Anita Ekberg. 

La Baracca - Teatro Testoni Ragazzi è in Svizzera l'11 giugno, a Tesserete presso l’Oratorio Santo Stefano  con lo spettacolo "L'elefantino". Immaginazione, sorpresa, curiosità e musica sono gli elementi che animano questo racconto tratto molto liberamente da un racconto di Rudyard Kipling.

La compagnia faentina, Teatro due Mondi è a Brno, nella Repubblica Ceca dal 11 al 12 giugno con lo spettacolo "Carosello". Una allegra e sgangherata banda composta da uomini-animali si mettono in viaggio per sfuggire da una tremenda carestia. Lungo il loro peregrinare cercano di racimolare qualche spicciolo cantando canzoni ai passanti che incontrano. In realtà la combriccola animalesca ha un compito: aiutare la cicogna a consegnare un nuovo nato all’introvabile Madame Europe. Il finale sarà una sorpresa per tutto il pubblico, anche'esso coinvolto nella ricerca di Madame Europa, e anche se in maniere poetica, ironica e sfumata, gli spettatori potranno riflettere sui nostri tempi e su come il mondo stia cambiando: un mondo dove tutti si mescolano in un grande carosello di colori.

Il Festival dell’Opera di Israele ritorna, a Masada, splendido sito archeologico sul Mar Morto, il punto più basso della terra, sorprendente fortezza costruita da Erode il Grande, patrimonio Unesco, con una spettacolare edizione de La Traviata di Giuseppe Verdi.
La fortezza di Masada farà da sfondo all'opera che andrà in scena all’interno di un anfiteatro appositamente costruito, insieme ad un villaggio di scena posto ai piedi del deserto. Le limpide notti del deserto, la brezza fresca e la vista mozzafiato promettono un'esperienza indimenticabile per gli amanti dell'opera e non solo. Le rappresentazioni della Traviata a Masada si svolgeranno il 12, 14, 16, 17 giugno 2014. La direzione sarà del maestro Daniel Oren e la regia di Michal Znaniecki. Anche il cast è di di straordinario livello internazionale. http://www.latraviata-at-masada.com/

Il 12 giugno, Orchidee lo spettacolo di Pippo Delbono prodotto da Emilia Romagna Teatro Fondazione è a Sibiu in Romania. Artista capace di sperimentare sulla scena, lavorando nel solco fertile che si muove tra l’autobiografia e la cronaca, Delbono qui ci rende testimoni del doloroso congedo reso alla madre, di cui Delbono ha documentato la morte. Orchidee è un viaggio che sa farsi drammaturgia, tra i versi di due tragedie shakespeariane come Romeo e Giulietta ed Amleto, attraversando Buchner, Pasolini, Kerouac, Checov. Un viaggio nelle ipocrisie del nostro tempo che l’artista ligure denuncia alla sua maniera. Un viaggio che Delbono affronta insieme alla sua compagnia, ricca di personalità eccentriche che da anni lo accompagna nel suo fortunato lavoro teatrale. Un viaggio in cui la musica e le immagini giocano un ruolo di primo piano facendosi esse stesse elemento drammaturgico.

Tags

Note

A cura di Marina Leonardi