Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Food Coop

Il documentario di Thomas Boothe sfida la grande distribuzione

A Brooklyn, dal 1973, esiste il Park Slope Food Coop, il primo supermercato collaborativo e autogestito, in cui sono i soci stessi ad occuparsi del funzionamento della struttura. Impegnandosi a lavorare, nei vari settori, 2 ore e 45 al mese i soci hanno così la possibilità di acquistare cibo sano, biologico, fornito da produttori locali, a prezzi molto vantaggiosi rispetto al mercato. Un esperimento sociale  vincente nel tempo, e che vanta oggi oltre 17mila soci.
Thomas Boothe, americano residente a Parigi, affascinato da questa realtà, ha iniziato a studiarla, raccontandola in Food Coop, documentario che sta suscitando molto clamore e interesse in Europa e che è servito da traino per l’avvio di nuove attività di questo tipo, soprattutto in Francia e in Belgio.

Di Food Coop si sta parlando molto anche in Italia, e in special modo a Bologna, dove il Gruppo di Acquisto Solidale Alchemilla ha avviato il progetto di apertura di Camilla, il primo emporio autogestito italiano. Il documentario di Boothe, attraverso la piattaforma MovieDay, è visibile anche in città, nell’unica sala che, al momento, aderisce a MovieDay: il Cinema Teatro Galliera.

Questa settimana, dunque, vi propongo un approfondimento su questa importante tematica affiancata da Lucio Basadonne, regista e autore indipendente molto attento al sociale e distributore italiano del film con il gruppo “Gli azionisti”.

Intervista a Lucio Basadonne

Siamo in chiusura, augurandovi buone visioni, vi do appuntamento alla settimana prossima. Un saluto da Anna Sbarrai

Tags

Note

A cura di Anna Sbarrai

Commenti

commenti gestiti con Disqus