Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Nobili bugie virtuosa e migliore opera prima

Speciale Venezia 74

Il mio saluto a tutti i cinefili dalla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Vi avevo preannunciato che sarebbe stata una giornata intensa per il cinema dell’Emilia-Romagna e così è. Qui accanto a me il produttore di Genoma Films Paolo Rossi e la direttrice di Produzione Emanuela Zaccherini, giunti al Lido per ritirare un doppio riconoscimento che, attraverso i suoi premi collaterali, la Biennale Cinema ha conferito a Nobili Bugie, opera prima di Antonio Pisu interamente realizzata nel bolognese, e precisamente a Sasso Marconi.

Di questa commedia noir, che Emilia-Romagna Film Commission ha sostenuto, si sta parlando molto, nonostante non sia ancora stata distribuita. E la soddisfazione è grande quindi nel vedere il film premiato con il Green Drop Award di Green Cross Italia e con il Kinéo alla migliore opera prima. Di che cosa si tratta nello specifico lo lascio raccontare proprio a Paolo Rossi e a Emanuela Zaccherini.

Intervista Paolo Rossi e Emanuela Zaccherini

Il premio Kinéo sarà consegnato ad Antonio Pisu e a Paolo Rossi tra poche ore, mentre il momento del Green Drop Award sarà domani, 4 settembre. Ricordando doverosamente gli spumeggianti protagonisti Claudia Cardinale e Raffaele Pisu, affiancati tra i tanti interpreti noti, da Giancarlo Giannini e Ivano Marescotti, prima di chiudere vi informo che, Nobili Bugie, sarà al Salento Film Festival l’8 settembre, dove sarà proiettato  alle 21.45.

Noi ci risentiamo domani  con il primo dei tre film che vedono coinvolta la Cineteca di Bologna. Un saluto da Anna Sbarrai.

Note

A cura di Anna Sbarrai

Commenti

commenti gestiti con Disqus