Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Sabotatori

Il docu-film sull’antifascismo di ieri e di oggi

Sabotatori è un film che parla di antifascismo ma non come fenomeno sociale e politico appartenente ad una memoria storica sempre più lontana. La chiave di lettura proposta dagli autori Nico Guidetti e Matthias Durchfeld (reggiano il primo e tedesco il secondo) è la ricerca di una modalità di azione quotidiana che sia in contrasto con gli atteggiamenti violenti e le pratiche antidemocratiche delle forme di estremismo sempre più diffuse anche nelle democrazie Europee. Raccontare la Resistenza oggi ha significato per i due autori partire da due interrogativi: Cosa vuol dire oggi essere antifascisti? Cosa rimane 70 anni dopo la Liberazione?

Ne parliamo con il regista Nico Guidetti, partendo dal presupposto che la memoria della lotta di Liberazione è ancora viva nelle città, nelle montagne e nelle persone che hanno fatto la Resistenza: queste persone però man mano se ne vanno (il protagonista del film ha 90 anni ed è uno tra gli ultimi testimoni della resistenza reggiana), i luoghi invece rimangono e noi rimaniamo, con il difficile compito di trovare nuove forme di contrasto alla sempre più diffusa politica delle disuguaglianze e dell’intolleranza, diventando i nuovi Sabotatori di un sistema sociale e mediatico caratterizzato da indifferenza, distrazione e da una pericolosa tendenza a dimenticare.
Il film è stato prodotto da MEDIAVISION in collaborazione con ISTORECO (Istituto storico per la Resistenza di Reggio Emilia) e con la società di produzione bolognese POPCult che ha promosso la campagna di crowdfunding per chiudere la post-produzione del film e per rendere accessibile il film (nelle sale e in DVD in 4 lingue differenti) attraverso un tour europeo alla ricerca di “nuovi giovani antifascisti”.

Tags

Note

A cura di Enzo Chiarullo

Commenti

commenti gestiti con Disqus