Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Ravenna Festival: il concerto Ex Tenebris ad Lucem

Eseguito dall'ensemble La Reverdie

28 settembre 2010

Mors & vita duello - Elisabetta de Mircovich

Gentili ascoltatori torniamo al Ravenna Festival con l’ensemble La Reverdie, che porta tra gli ori della Basilica di San Vitale la sua visione del Medioevo, dove la luce ha un posto importante quanto l’oscurità. Il gruppo che si è esibito il 13 giugno scorso a Ravenna si presenta per l’occasione in una versione tutta femminile, composta da Claudia Caffagni, Livia Caffagni, Elisabetta de Mircovich, Cristina Fontana e Claudia Pasetto.

La peculiarità dell’ensemble è che ogni suo elemento suona due o tre differenti strumenti e allo stesso tempo canta. Il repertorio scelto per la serata attraversa musiche di Tommaso da Celano, Perotinus Magnus, Wipo von Burgund, Hildegard von Bingen, Guillame du Fay ed è volto a esprimere il lato luminoso di secoli spesso oscurati da un’interpretazione storica fuorviante e riduttiva. “La Reverdie” significa il ritorno, in particolare quello della primavera, che porta con sé la terra umida e le foglie morte dell’inverno, ma le sa trasformare in altro, sotto una nuova luce e proprio grazie a quella luce.

Ascoltiamo ora il mottetto Iam nubes dissolvitur/Iam novum sydus oritur di Anonimo francese del XIII sec.

Iam nubes dissolvitur / Iam novum sydus oritur

 

Sentiamo ora l'intervista di Marialivia Sciacca  a Elisabetta de Mircovich.

Intervista

Prima di passare  all'intervista a  Claudia Caffagni, ascoltiamo il brano Vergine bella di sol vestita - canzone (Francesco Petrarca) di Guillaume Du Fay (1397-1474).

Vergine bella di sol vestita

Intervista a Claudia Caffagni

Vi lasciamo con il brano strumentale Diana stella di Doron David Sherwin dal concerto ex tenebris ad lucem del Ravenna festival.

Diana stella

Tags

Note

A cura di Cinzia Leoni e Maria Livia Sciacca

Commenti

commenti gestiti con Disqus