Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Festival della scienza medica. La lunga vita

7-10 maggio 2015 - Bologna

Bologna e scienza medica, un binomio plurisecolare che si racconta già dai luoghi storici più strettamente deputati alla ricerca, alle collezioni dei suoi musei, ai nomi delle strade dedicati ai grandi Maestri e ai ricercatori dell’ambito medico, alla fama che i suoi ospedali e i suoi istituti di ricerca godono nel mondo.
Qui si è fatta, e si continua a svolgere, la storia di importanti percorsi delle scienze biomediche; qui si alimentano progetti e scoperte che hanno modificato gli approcci e la cura di malattie e patologie.

Il FESTIVAL DELLA SCIENZA MEDICA.“LA LUNGA VITA” si può considerare un omaggio e insieme un modo per ripartire ancora una volta da Bologna, dalla sua tradizione antichissima nella ricerca scientifica. L’Alma Mater ha plasmato generazioni di ricercatori, di medici e gli approdi sono tangibili.

Dal 7 al 10 Maggio 2015, dunque, un festival che nel titolo contiene già un auspicio e che si preannuncia ricco di incontri ed articolato su differenti tematiche e modi di proporle. L’iniziativa organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna con il concorso di Genus Bononiae. Musei nella Città, si prefigge di indagare i molti aspetti, i vari profili e le grandi passioni che accompagnano lo sviluppo delle ricerca medica. Quattro giorni di ncontri, conferenze, dibattiti per confrontarsi sul futuro della nostra salute.

Ci sono argomenti di pressante attualità. Esaurito – forse – il dibattito sul sistema previdenziale, un’altra grande domanda s’impone al dibattito sociale: come far fronte, nel presente e nel prossimo futuro, alla domanda di cure, di salute e di benessere nelle società ad economia avanzata e con tassi di crescita esponenziale della popolazione anziana? Quali risposte dall’economia, dalla politica, dalla finanza, dalla quotidiana gestione delle aziende sanitarie? Quale il costo dell’accesso alle nuove cure?

Da queste considerazioni nasce il tema per la prima edizione, “la lunga vita”: una conquista, un’opportunità ma anche un’immensa responsabilità sociale.
Un tema che raccoglie tutte le necessità, le molte sfide e gli orizzonti della ricerca scientifica più avanzata.

Tra i partecipanti, alcuni assoluti protagonisti della ricerca nazionale e internazionale: Elena Cattaneo,Alberto Mantovani, Michele De Luca, Fabrizio Benedetti, Lamberto Maffei, Mark Hanson, John Harris.

Un tema che impone anche la rilettura di prospettive più consolidate: la medicina personalizzata e quella narrativa – con puntate dall’esperienza di un medico di famiglia e grande scrittore, Andrea Vitali, alle suggestioni del maghetto Harry Potter, alle inquietudini della medicina legale con Carlo Lucarelli - l’antropologia e la prospettiva evoluzionistica sull’invecchiamento, l’etica del finis vitae. Un tema che interroga anche alcune polemiche dell’attualità, come quella sui vaccini, con la partecipazione di Rino Rappuoli, o che suggerisce nuove prospettive come quella della medicina di genere: depressione e osteoporosi sono la stessa malattia nelle donne e negli uomini?
Ci saranno ben quattro premi Nobel per la Medicina: Luc Montagnier, Andrew Fire, Erwin Neher e Kary Mullis.

Un’altra rilevante necessità è stata quella di leggere, attraverso la Medicina, i sistemi di credenza religiosa, la storia e l’epistemologia, il diritto ma anche la letteratura, il teatro, il cinema… la cultura!

Consultate il programma, ci sono eventi per tutte le fasce di età e c’è, ovviamente, una forte attenzione agli ammalati con una serie di iniziative che si svolgeranno all’interno degli ospedali.
Troverete molti spunti e ancora una volta scoprirete le mille risorse di una città che è protagonista nel mondo.

Per saperne di più: www.bolognamedicina.it 
Un saluto da Valeria Cicala

Tags

Note

A cura di Valeria Cicala

Commenti

commenti gestiti con Disqus