Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Parole e note per il teatro antico

Nuovo appuntamento con gli spettacoli a Veleia

Care ascoltatrici e cari ascoltatori, ecco un luogo davvero emozionante dove storia, mito, bellezza e, dunque, emozione si incontrano regalandoci la sensazione di uscire dal tempo o di tornare indietro di 2000 anni: si tratta dell'Area archeologica di Veleia sulla strada Provinciale 14, località Veleia Romana a Lugagnano Val d'Arda nel piacentino.

In questo straordinario contesto, difficilmente ricreabile, torna l'appuntamento estivo con il Teatro Antico e si rinnova la dimensione (mutuata dall'esperienza più profonda del teatro greco) del rito civile di una comunità riunita per rivivere, attraverso la scena, i miti, le vicende, quella creatività artistica che costituiscono il nostro patrimonio comune. Pagine senza tempo, un'eredità che ancora alimenta il futuro e i suoi progetti. Gli spazi del foro romano, le colonne antiche, il lastricato della strada questa l'ambientazione per quattro appuntamenti che si terranno alle ore 21.30 il 17, 22 e 28 luglio e l' 11 agosto 2016.

Tema dell'edizione 2016 del festival è "Teatro antico e Musica". La musica incontra il mito e le sue drammaturgie attraversando gli appuntamenti teatrali proposti con una declinazione diversa per ciascuno.

Si comincia domenica 17 luglio, ore 21.30, con Alessandro Bergonzoni "Sulla Bellezza". Beltà abbagliante, anabbagliante o di posizione? Dallo strabismo delle veneri fino allo stranismo dei generi… L'apertura del festival è affidata ad uno degli artisti più geniali e originali della scena italiana che ci guida alla ricerca della Bellezza, della Poesia, della Cultura, le sole leve che ci permettono il salto in altro o il salto in oltre che ci farà vedere altre possibilità. L'ingresso a questo spettacolo è gratuito.

Venerdì 22 luglio, ore 21.30, Vinicio Capossela in "Sui sentieri dei miti". Il funambolico artista tanto vorace e curioso nell'assorbire suoni e culture quanto originale nel rielaborarli in una sua riconoscibilissima forza poetica e sonora, Vinicio Capossela si confronta a Veleia con l'ancestralità dei miti… Dal mito di Ulisse che continua a proiettare la sua lunga ombra sull'intera cultura occidentale ai miti folklorici e ai riti agresti. Un imperdibile viaggio tra nuove e vecchie Odissee guidati da un timoniere d'eccezione.

Giovedì 28 luglio, ore 21.30, sarà la volta di Laura Morante in Medea. Si tratta di un concerto sinfonico con voce recitante, con testi dalla Medea di Euripide e musiche eseguite dal vivo dalla Filarmonica Arturo Toscanini, creato in esclusiva per Veleia. Laura Morante dà volto e voce a Medea, donna tradita e abbandonata, lacerata da dolore e desiderio di vendetta. La forza tragica della Parola euripidea si alterna a quella della Musica - eseguita dal vivo da una delle più importanti orchestre sinfoniche italiane - in un crescendo emotivo ed eroico dalle Sinfonie verdiane alla Quinta di Beethoven. Irrinunciabile appuntamento con la grande Musica e il grande Teatro,.

Giovedì 11 agosto, ore 21.30, Pippo Delbono e Petra Magoni in "Il Sangue", spettacolo-concerto ideato e diretto da Pippo Delbono che ne è interprete con Petra Magoni e con la musicista Ilaria Fantìn. Solo colui che ha attraversato indenne il confine della vita, solo quell'uomo puoi chiamare felice dice Sofocle del suo Edipo. Inizia da qui il viaggio in cui ci guidano i tre protagonisti di questa serata. Le parole di Delbono trovano eco e musicalità nella vocalità suadente e prorompente della Magoni per poi ricomporsi nelle volute fascinose di melodie rinascimentali. Una performance unica che accosta Sofocle, Lou Reed, Leonard Cohen, Sinéad O'Connor e Fabrizio De André.

L'edizione 2016 del Festival di Teatro Antico di Veleia Romana - direzione artistica di Paola Pedrazzini - è promossa dal Comune di Lugagnano Val d'Arda, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia dell'Emilia-Romagna.

Per saperne di più su biglietti e prenotazioni:
331 1466809
info@veleiateatro.com
www.veleiateatro.com

Tags

Note

A cura di Valeria Cicala