Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Rimini, ascoltare per incontrarsi

Percuotere la Mente, un calendario imperdibile di appuntamenti musicali

Sempre densa di eventi l'estate riminese. E tante sono le proposte che spostano l'attenzione dalla spiaggia alla città. Del resto il centro storico di Rimini è un concentrato di archeologia e storia dell'arte, di luoghi densi di fascino come il Tempio malatestiano, o la domus del chirurgo, ma tanti sono i luoghi che tra passato e presente fanno di questa città dell'Adriatico una meta  piacevole  in ogni periodo dell'anno.

Segmento estivo della Sacra Malatestiana, anche quest'anno è già iniziato uno degli appuntamenti più attesi Percuotere la mente, l'importante rassegna musicale estiva. Un viaggio in cinque tappe -dal 2 al 30 luglio - nella cornice ormai tradizionale della Corte degli Agostiniani - che spazia dal cantautorato italiano alle sperimentazioni anglosassoni.

"Percuotere la mente" già nel suo titolo suggerisce stimoli, suoni, timbri differenti. Approcci che sottolineano le nuove creatività, ma nutrite dall'esperienze dei classici, dalla possibilità di rivisitare e rielaborare il patrimonio musicale già esistente.

Dopo Paola Turci e Stefano Bollani, il prossimo appuntamento è giovedì 16 luglio con l'Orchestra di Piazza Vittorio che propone agli spettatori una scoperta delle radici della musica; lo spettacolo offrirà la possibilità di compiere "Il giro del mondo in 80 minuti". L'orchestra multietnica è nata nel 2002 all'interno dell'Associazione Apollo 11, un progetto sostenuto da artisti, intellettuali e operatori culturali che hanno voluto valorizzare il rione Esquilino di Roma, dove gli italiani sono una minoranza etnica.

L'Orchestra rappresenta una realtà unica: è la prima e sola orchestra nata con l'auto-tassazione di alcuni cittadini che ha creato posti di lavoro e relativi permessi di soggiorno per eccellenti musicisti provenienti da tutto il mondo e promuove la ricerca e l'integrazione di repertori musicali diversi e spesso sconosciuti al grande pubblico, costituendo anche un mezzo di recupero e di riscatto per artisti stranieri che vivono a Roma talvolta in condizioni di emarginazione culturale e sociale.

La rassegna di “Percuotere la mente” proseguirà venerdì 24 luglio con Anna Calvi, cantautrice e chitarrista che nel giro di poco tempo è riuscita a ritagliarsi uno spazio proprio all'interno del panorama musicale contemporaneo. Sul palco presenterà "One Breath" accompagnata da Mally Harpaz (harmonium percussioni vibrafono), Alex Thomas (percussioni) e Ben Christophers (tastiere).

A chiudere la rassegna giovedì 30 luglio sarà il Brian Auger's Oblivion Express, gruppo fondato dal padrino dell'acid jazz e pioniere della fusion Brian Auger. Gli spettacoli iniziano alle ore 21.15. 

Tags

Note

A cura di Valeria Cicala

Commenti

commenti gestiti con Disqus