Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Casa Artusi, dove celebrare scienza e arte della cucina è di casa

Gentili ascoltatori Mani di questa terra oggi ci porta a Forlimpopoli a casa Artusi, il primo centro di cultura dedicato alla cucina domestica. Forlimpopoli è la cittadina romagnola che ha dato i natali a Pellegrino Artusi. E’ qui che, in uno splendido complesso ristrutturato, all'interno dell'isolato della chiesa dei Servi, rivive ogni giorno la cultura gastronomica italiana, così come fu per la prima volta descritta nel libro di Artusi “La scienza in cucina e l'arte di mangiare bene”, tradotto in tante lingue e divenuto una delle pubblicazioni italiane più diffuse al mondo.

Ma oltre ad essere una splendida struttura museale multimediale, casa Artusi  offre ai visitatori alcune piacevoli sorprese come lo studio di Pellegrino Artusi e la sua biblioteca personale. E’ un luogo di esperienza e di ricerca, tra tradizione e innovazione, una scuola per tutti coloro che amano indossare un grembiule, mettere le mani in pasta, sperimentare in prima persona o anche gustare la buona tavola.

La scuola di cucina di Casa Artusi è aperta a professionisti, desiderosi di affinare le proprie capacità,  ma anche ad appassionati della nostra cucina, soprattutto stranieri che non vogliono perdere l'occasione di portarsi a casa saperi e sapori.

Ci parla di Casa Artusi da una delle persone che, grazie al quotidiano impegno, rendono possibile questo connubio ormai inscindibile tra cultura e cucina: Carla Brigliadori, chef e sommelier e dal 2008 responsabile della scuola di cucina di Casa Artusi.

Intervista Carla Brigliadori

Ma chi era Pellegrino Artusi,  lo abbiamo chiesto sempre a Carla Brigliadori  che ci racconta una ricetta  artusiana e, visto che  è anche  un sommelier, ci facciamo consigliare anche l’ abbinamento corretto con un vino del territorio romagnolo.

Intervista Carla Brigliadori

Parlando della Scuola di cucina di Casa Artusi non si puo’ non parlare della Mariette,  l'associazione culturale che, in nome della insostituibile cuoca di Pellegrino, Marietta Sabattini, si propone di valorizzare la cucina di casa. Ne parliamone con la Marietta Maria Piraccini.

Intervista a Maria Piraccini

Sappiamo che una delle indiscutibili specialità delle Mariette è la piadina romagnola, facciamoci raccontare da Maria gli ingredienti e i suoi segreti

Intervista a Maria Piraccini

Vedere in azione le Mariette, impastare e cuocere sui testi le profumatissime piadine romagnole, insegna più di tante parole, è proprio vero le mani delle Mariette sono docenti specializzate! 

Info www.casartusi.it

Tags

Note

A cura di Cinzia Leoni e Francesca Ponti

Commenti

commenti gestiti con Disqus