Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Dietro le quinte del cinema

Alla Biblioteca Malatestiana di Cesena gli scatti sul set dei grandi registi italiani

Cari ascoltatori, siete mai stati su un set cinematografico? Se vi capita non perdete l'occasione per capire "dal vivo" quanto sia complessa la meravigliosa macchina del cinema. Io personalmente ho assistito – da semplice spettatore – alle riprese ferraresi di uno degli ultimi film di Michelangelo Antonioni con la collaborazione di di Wim Wenders, dal titolo "Al di là delle nuvole", e fu una grande emozione. Un'esperienza della quale conservo ancora qualche scatto, rubato frettolosamente sul set in una giornata nebbiosa della metà degli anni Novanta.

Ed è proprio il volto inedito che si nasconde dietro le quinte del cinema italiano, ovvero gli sguardi, le espressioni, i momenti rubati, gli attimi sospesi che fissano la magia del cinema nel suo farsi, a essere  protagonista degli scatti di CliCiak, il concorso nazionale per fotografi di scena ideato nel 1998 dal Centro Cinema del Comune di Cesena, e che da ormai vent'anni rappresenta l'unica iniziativa nel suo genere in Italia. Un concorso che ha portato alla ribalta il nome di eccellenti fotografi di scena e che ha trovato anche quest'anno  conferma della sua importanza a cominciare dall'alto numero delle foto inviate: sono state infatti oltre 1.500 le foto pervenute, che vanno ad aggiungersi alle quasi 17.000 che compongono il fondo del concorso e fanno della raccolta di CliCiak una fondamentale fototeca sul cinema italiano contemporaneo.
La diciannovesima edizione del concorso ha premiato quest'anno le foto di scena di alcuni dei film della stagione 2015/2016 e vi troviamo gli ultimi successi dei nostri più grandi registi, da Nanni Moretti a Paolo Sorrentino, dai fratelli Taviani, a Matteo Garrone, a Paolo Virzì. Le foto vincitrici sono esposte fino al 4 settembre in quel gioiello che è la biblioteca Malatestiana di Cesena.

Ma veniamo ai vincitori: la giuria della diciannovesima edizione, composta dal fotografo Franco Bellomo, dal critico Cesare Biarese  e dal regista Maurizio Zaccaro ha premiato per la Sezione bianco e nero ex aequo  Maria Marin per una foto di Noi e la Giulia di Edoardo Leo e Angelo Turetta per una foto di Non essere cattivo di Claudio Caligari.  Premio per la miglior Serie in bianco e nero  è andato a Monica Chiappara per le foto di Mia madre di Nanni Moretti. Passando al Premio colore va ex aequo a Paolo Ciriello per una foto di La pazza gioia di Paolo Virzì  e  Alberto Novelli per una foto di Io e lei di Maria Sole Tognazzi.  Un ex aequo anche per il Premio alla serie a colori: sono premiati infatti Gianni Fiorito per le foto di Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino e Umberto Montiroli per le foto di Maraviglioso Boccaccio di Paolo e Vittorio Taviani.

Accanto a questi scatti troviamo anche il lavoro di altri fotografi che hanno ricevuto una segnalazione speciale, tra cui Andrea Catoni (per Un viaggio di 100 anni di Pupi Avati), Francesca Fago (per Assolo di Laura Morante e L'età d'oro di Emanuela Piovano), Loris Zambelli (per Belli di papà di Guido Chiesa e Loro chi? di Francesco Miccichè e Fabio Bonifaci).
Oltre alla mostra principale è allestita anche la monografica, che quest'anno ha per oggetto la fototeca di Lorenzo Pellizzari. Saggista e storico cinematografico, giurato di CliCiak fin dalla prima edizione, Pellizzari ha donato  al Centro Cinema di Cesena la sua fototeca privata,con circa 15.000 foto di cinema. Una selezione di queste foto è allestita all'interno della più ampia esposizione, realizzata in collaborazione con la Cineteca di Bologna, dal titolo "Ciao Marcello! Marcelllo Mastrioianni nelle collezioni del Centro Cinema Città di Cesena e della Cineteca di Bologna", alla  Galleria d'arte Pescheria fino al 31 agosto. Vero e proprio evento nell'evento, la mostra si articola in diverse sezioni che accompagnano la vita e i successi del bell'Antonio nazionale, dagli esordi alla celebrità, ai ‘suoi' registi  e alle attrici con cui in alcuni casi ha coltivato  sodalizi decennali. Un'occasione ghiotta e da non perdere per gli amanti del cinema, che la nostra regione ama davvero coccolare. Informazioni sul sito www.malatestiana.it

Un saluto da Carlo Tovoli

Tags

Note

A cura di Carlo Tovoli

Commenti

commenti gestiti con Disqus