Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Sissi invade Bologna con il suo Manifesto Anatomico

Quattro sedi per illustrare un’originale mappa emotiva del corpo umano

Dopo la “sbornia” di Arte Fiera e dintorni ritorniamo, cari ascoltatori, a visitare con calma quel che resta di quel ricchissimo calendario di eventi. E partiamo volentieri non da una mostra ma da qualcosa di più, un vero e proprio circuito espositivo che tocca quattro sedi, ovvero il Museo di Palazzo Poggi, le Collezioni Comunali d'Arte, Il Museo Civico Archeologico e la Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio. Tutto il centro storico di Bologna è coinvolto nel processo creativo di Sissi, al secolo Daniela Olivieri, artista che qui è nata e tuttora vi risiede e lavora. Quattro traiettorie distinte ma intrecciate tra loro, in cui lavori nuovi e opere precedenti riproposte in modo inedito dialogano con la densità storica di importanti contesti espositivi .
Ma che cosa è il “Manifesto Anatomico”? La parola manifesto può indicare sia l’elenco dei principi ispiratori dell’artista che il loro disvelamento in una dimensione pubblica. Un manifesto che ha al suo centro una originalissima rilettura del corpo umano visto come organismo in continua mutazione e proprio per questo oggetto privilegiato di analisi potenzialmente infinite. Gli strumenti di questa analisi sono presi in prestito da discipline quali l’archeologia, l’anatomia, le scienze. L’approdo è verso una dimensione immaginifica che permea la materia di onde emotive e dà vita a qualcosa di nuovo, di inatteso.

Iniziamo il nostro tour. Il Museo di Palazzo Poggi accoglie un allestimento incentrato su un progetto performativo ed editoriale nato alla fine degli anni Novanta come tesi di laurea di Sissi presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna. Qui è esposto Anatomia Parallela libro d'artista editato a mano e recentemente acquisito nelle collezioni del MAMbo. Le pagine, ricche di illustrazioni che imitano un trattato anatomico del XVII secolo, descrivono come in un corpus enciclopedico fantastico il corpo umano visto nell'interno dei suoi organi cavi. Lo studio anatomico è corredato da schede tecniche, immagini, disegni, bibliografia e riferimenti inventati ma collegati alla biografia dell'autrice. Nello stesso spazio una selezione di 16 tavole anatomiche incorniciate e appese a parete sul tema della superficie corporea.
La seconda articolazione di Manifesto Anatomico si colloca all'interno delle Collezioni Comunali d'Arte a Palazzo d'Accursio. Nella Sala dei Primitivi dove sono conservate pale d'altare e croci lignee, si adagia al suolo Il naufrago: ondeggia ubriaco perdendo la testa, installazione di uno scheletro umano costituito da piccoli frammenti di legno raccolti dall’artista sulla spiaggia e comparati a ossa umane.
Alla Gipsoteca del Museo Civico Archeologico, tracalchi in gesso di sculture greche e romane Sissi  ha collocato manichini rivestiti da abiti e accessori provenienti dalll'archivio del suo guardaroba che raccoglie gli abiti e gli accessori realizzati con tecniche artigianali dalla stessa artista e successivamente da lei indossati e poi catalogati secondo un criterio tassonomico.
Il progetto si conclude nella Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio con un allestimento dal titolo Confronti. In dieci vetrine tavole disegnate, diari con note di lavoro, idee, appunti, studi, piccole reliquie e oggetti classificati, tratteggiano un archivio-autoritratto dell'identità eclettica dell'artista e delle sue fonti di ispirazione. Il confronto è con una serie di volumi antichi riccamente illustrati di Marcello Malpighi e Ulisse Aldrovandi di proprietà della Biblioteca.
Abbiamo intervistato l’artista.

Intervista a Sissi

“Manifesto Anatomico” è visitabile fino all’8 marzo, tranne a Palazzo Poggi, dove chiude il 22 febbraio.
Un saluto dal vostro Carlo Tovoli!

Museo di Palazzo Poggi
da martedì a venerdì h 10.00 – 16.00
sabato, domenica e festivi h 10.30 – 17.30
chiuso lunedì non festivo

Collezioni Comunali d'Arte
da martedì a venerdì h 9.00 – 18.30
sabato, domenica e festivi h 10.00 – 18.30
chiuso lunedì non festivo

Museo Civico Archeologico
da martedì a venerdì h 9.00 – 15.00
sabato, domenica e festivi h 10.00 – 18.30
chiuso lunedì non festivo

Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio
da lunedì a sabato h 9.00 – 19.00
domenica e festivi h 10.00 – 14.00

Tags

Note

A cura di Carlo Tovoli

Commenti

commenti gestiti con Disqus