Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Vasco e gli altri, le 100 facce della musica italiana

La musica italiana si racconta a Parma in 100 ritratti d’autore firmati Giovanni Gastel

Cari ascoltatori,
nella settimana in cui tutto sembra ruotare intorno alla musica leggera e alla sua capitale, Sanremo, vi propongo, restando in tema, una visita a Parma , e più precisamente al palazzo del Governatore dove fino al 19 marzo si possono ammirare ben 100 ritratti d’autore firmati da Giovanni Gastel, uno dei più celebri fotografi italiani al mondo in un progetto realizzato per il team di Rolling Stone.
Dalla “A” di Alessandra Amoroso alla “Z” di Zucchero, passando per Vasco e Paolo Conte, Ligabue e Francesco De Gregori, Cesare Cremonini e i Negramaro, arrivando alle star dell’hip hop e del rap Emis Killa, Club Dogo, Fedez, J- Ax e Fabri Fibra. Decine gli artisti, i cantautori, i musicisti, i cantanti, ma tra loro anche gli autori, come Mogol e i dj, su tutti Claudio Cecchetto.

Quello di Gastel non è un semplice progetto fotografico ma un vero e proprio atto di amore per la musica italiana. A raccontarci il lavoro di Gastel è Denis Curti, che ha supervisionato il tutto: ““Gastel ha voluto riprendere tutti i suoi 100 soggetti in studio. Ha voluto guardarli negli occhi, parlare con loro ed essere certo che la sua luce a led, progettata per l’occasione, riflettesse negli occhi di ognuno. Ha voluto un segno distintivo e coerente. Ha voluto raccogliere i pensieri sparsi. I sorrisi precari. Ha cercato la fascinazione nella curiosità degli sguardi. E quella luce, alla fine, è diventata la doppia firma di questi ritratti”.

Un’esperienza quasi “dionisiaca” raccontata da Gastel in prima persona: “quando la musica italiana è entrata nel mio studio e io ho aperto la porta a quella sorridente brigata di artisti e personaggi, ho subito pensato che Dioniso fosse infine arrivato a invadere anche me. E forse così è stato! La musica è entrata sorridendo e con una quantità di personalità forti e diverse tra loro”.
La rivista Rolling Stone ha appena dedicato un numero speciale all’evento, e lo si può trovare anche nel Bookshop di Palazzo del Governatore. La mostra è aperta dal giovedì alla domenica. Tutte le informazioni sul sito www.parmacultura.it
un saluto da Carlo Tovoli!

Tags

Note

A cura di Carlo Tovoli

Commenti

commenti gestiti con Disqus