Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Villa delle Rose, la prima galleria d'arte moderna di Bologna

Una mostra ripropone l'allestimento del 1936

Cari ascoltatori, forse alcuni di voi già conoscono la scalinata che da Via Saragozza, poco prima del Meloncello, porta in un luogo magico dal nome affascinante, la settecentesca Villa delle Rose, con accanto un superbo esemplare di faggio e intorno un bel giardino, ricco di sempreverdi esotici e siepi di arancio amaro e tasso. Qui fino al 31 ottobre è ospitata la mostra "Villa delle Rose 1936". Ma facciamo un passo indietro, al 1916, quando la contessa Nerina Armandi Avogli dona al Comune la Villa, disponendo che questa fosse destinata ad accogliere "esposizioni (permanenti o temporanee) di arte moderna". Nasce sulla carta la prima galleria d'arte moderna della città. Ma Bologna dovrà attendere altri vent'anni per l'apertura ufficiale di una galleria con opere esclusivamente del XX secolo. Ne parliamo con Uliana Zanetti, curatrice insieme a barbara Secci dell'evento espositivo.

Intervista a Uliana Zanetti

La mostra promossa dall'istituzione Bologna Musei, si è avvalsa del sostegno dell'IBC e del contributo Art Bonus erogato da Zanichelli Editore. Ricordiamo anche che il percorso espositivo comprende una sezione con diversi documenti originali prestati dall'Archivio Storico del Comune di Bologna .
Tutte le informazioni sul sito http://www.mambo-bologna.org

Un saluto da Carlo Tovoli.

Tags

Note

A cura di  Carlo Tovoli

Commenti

commenti gestiti con Disqus