Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Di Foglia in foglio

Dedicato agli alberi il calendario IBC 2019

Care ascoltatrici e cari ascoltatori, il 21 novembre si celebra la Giornata Nazionale degli Alberi, in un anno in cui lo straordinario e prezioso manto boschivo del nostro paese è stato letteralmente straziato da fenomeni atmosferici di violenza inaudita. Acquisisce, dunque, un risvolto e una tonalità più riflessivi e ci porta a meditare tale ricorrenza che vuole sottolineare, festosamente, il ruolo che svolgono queste creature, per usare un linguaggio francescano, nell’equilibrio naturale, per la vita stessa del pianeta.

In uno spirito di attenzione al tempo in cui ci muoviamo e nelle pieghe delle vocazioni dell’IBC alberi e fotografia s’incontrano di frequente e da questo binomio è nata l’idea di dedicare agli alberi il calendario IBC del 2019.

Lo si presenta a Bologna, mercoledì 21 novembre 2018, Giornata Nazionale degli Alberi, alle ore 17.30, alla biblioteca “G. Guglielmi”.
Il calendario quest'anno propone una selezione degli Alberi Monumentali d’Italia presenti in Emilia-Romagna negli scatti di Andrea Scardova, fotografo dell'Istituto.

Introduce l’incontro Laura Moro, direttore IBC e sono previsti gli interventi di Elena Chiavegato, Rossella Ghedini, Emilio Veggetti, con il coordinamento di Carlo Tovoli.

I 106 monumenti verdi del territorio della nostra regione rappresentano un patrimonio della collettività di inestimabile valore. Sono esemplari eccezionali per le loro dimensioni, sia per l’altezza, che per la circonferenza del tronco, a volte per la rarità della specie; ma anche per il loro pregio paesaggistico o per il loro valore storico, culturale e religioso.

Da anni la Regione Emilia-Romagna presta un’attenzione particolare agli alberi monumentali. Oltre 500 sono gli esemplari che a partire dagli anni ’80 sono stati censiti, tutelati con decreto regionale e catalogati all’interno di una banca dati, in alcuni casi sostenuti anche finanziariamente a fronte di problemi fitosanitari e di stabilità.

Con l’emanazione della Legge 10/2013, il Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna, in collaborazione con i Comuni e l’ex Corpo Forestale dello Stato, ha inoltre censito il patrimonio arboreo regionale per l’individuazione degli Alberi Monumentali d’Italia (AMI) della Regione Emilia-Romagna. Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha approvato nel dicembre 2017 il primo elenco che per la Regione Emilia-Romagna comprende 106 esemplari; gli elenchi verranno periodicamente aggiornati a seguito di nuove proposte.

Una piccola selezione degli Alberi Monumentali d’Italia presenti nella nostra regione scandirà lo scorrere dell’anno 2019. Gli alberi, scelti tra le diverse specie e le diverse situazioni di vegetazione e ambientazione, sono ritratti all’interno del paesaggio che li ospita e che trae beneficio dalla loro presenza. E’ un messaggio di augurio, non solo visivo, quello che il calendario propone. E’ una narrazione.

Sciascia scriveva che “la letteratura italiana è povera di alberi”, si potrebbe osservare che di racconti, in realtà, se ne sono scritti molti e spesso di grande allarme soprattutto sui giornali o da parte dei ricercatori. Auspichiamo per i nostri monumenti verdi che anche le metafore letterarie e artistiche facciano comprendere a pieno che salvaguardarli è salvaguardare la terra, dunque noi.

Un saluto da Valeria Cicala

Per saperne di più: www.ibc.regione.emilia-romagna.it

Note

A cura di Valeria Cicala

Commenti

commenti gestiti con Disqus