Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Obiettivo sul canale

A Bologna la mostra "Il Canale Emiliano Romagnolo nello sguardo di Enrico Pasquali"

Care ascoltatrici e cari ascoltatori, vi segnalo che al Museo del Patrimonio Industriale di Bologna, Via della Beverara123, è in corso fino al l 25/11/2018, una mostra dedicata alle immagini di uno dei maestri del neorealismo italiano: Enrico Pasquali al quale fu affidata la documentazione fotografica dei lavori di realizzazione del canale Emiliano Romagnolo dalla fine degli anni Cinquanta agli anni Ottanta.

La mostra, curata da Sonia Lenzi e patrocinata dall'IBC, è ideata e organizzata dal Consorzio per il Canale Emiliano Romagnolo (CER) con la collaborazione di numerosi partner, per valorizzare una delle opere idrauliche più importanti del paese.

Pasquali fu testimone ed interprete delle attività di costruzione dell’infrastruttura e il suo accurato lavoro di osservazione e indagine scavò talmente a fondo, che ancora oggi, proietta e non dimentica il sacrificio dell’uomo componente che caratterizzò la sua intera opera di attento indagatore della vita nelle campagne.

Il percorso espositivo propone una scelta significativa dei suoi lavori degli anni ‘50-’60 e un video con una ricca serie di testimonianze orali e interviste a lavoratori, tecnici, progettisti e dirigenti, protagonisti dell’avviamento dei lavori del Canale Emiliano Romagnolo, recentemente realizzate da Sonia Lenzi, con la regia di Enza Negroni.

Mi piace portare la vostra attenzione anche sulla interessantissima sede della mostra: il Museo del Patrimonio Industriale che costituisce uno dei luoghi che meglio raccontano le vocazioni e le eccellenze di Bologna. Allestito nella sede di una fornace da laterizi della seconda metà del secolo XIX, ristrutturata, studia, documenta e divulga la storia economico-produttiva di Bologna e del suo territorio dal tardo Medioevo ai giorni nostri.

Eccellenza e innovazione costituiscono le linee guida del percorso espositivo, che visualizza i processi produttivi, i contesti territoriali e i prodotti con cui Bologna si è resa competi­tiva nel mercato internazionale. Se non avete avuto ancora modo di visitarlo, potreste cogliere il doppio obiettivo di godervi la mostra e il suo contenitore, che assai bene dialogano tra loro raccontando pagine fondamentali della storia non solo cittadina.

Un saluto da Valeria Cicala

Per saperne di più: www.ibc.regione.emilia-romagna.it

Tags

Note

A cura di Valerica Ciala

Commenti

commenti gestiti con Disqus