Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

C’era una volta Forum Gallorum

A Castelfranco Emilia una mostra racconta la sua storia

Care ascoltatrici e cari ascoltatori, vi proponiamo una mostra che si inserisce nell’iniziativa regionale “2.200 anni lungo la via Emilia”e ci propone in un bel percorso espositivo e in un catalogo, la storia e il paesaggio antico di quella località che oggi si chiama Castelfranco Emilia, un lembo di pianura al limitare tra Modena e Bologna.

L’esposizione racconta i secoli che mutano il territorio, passando dalla presenza celtica alla romanizzazione, e lo fa attraverso i materiali provenienti dai contesti archeologici più significativi, dai depositi o che siano frutto di scoperte recenti; un dato che va sottolineato è che questa documentazione in parte non è stata esposta prima d'ora. Dunque si mette a fuoco questo segmento di pianura fra il Samoggia e il Panaro che, come attesta il suo toponimo Forum Gallorum, si riferisce alla presenza celtica. Questa costituisce un importante sostrato per molta parte della futura Regio VIII, che sarà la Emilia-Romagna, unica regione a prendere nome dalla strada che l’attraversa.

Anche la storia di Forum Gallorum fa parte di quell’assetto che si crea con la Via Emilia e come dimostra la sua storia, non sono importanti solo le grandi colonie ma anche i fora e i conciliabula, quei luoghi minori che al pari delle future grandi città hanno conosciuto una continuità nei secoli. E allora come oggi, si sono caratterizzati per ricchezza di risorse e capacità di impiegarle, spirito imprenditoriale e produttivo. La romanizzazione ha creato un serbatoio che è sempre stato capace di rinnovarsi e non facciamo questa considerazione perché siamo nella scia di un anniversario importante.

Tornando alla attuale Castelfranco, quando era Forum Gallorum, le fonti letterarie e soprattutto Cicerone ce ne parlano in occasione dello scontro che qui si consumò fra le legioni di Antonio e le truppe di Pansa e di Irzio nel corso della cosiddetta guerra di Modena o bellum mutinense, siamo nel 43 a.C., che contrappose Ottaviano, il nipote di Cesare, il futuro Augusto ad Antonio e tale evento ha donato a questo centro una visibilità ancora attuale, ma ben confortata da ciò che l’archeologia e la storia ci restituiscono. Alla valorizzazione di questa eredità, l’Istituto Beni Culturali ha dedicato negli anni un sistematico impegno operativo.

Molte cose, dunque, ci racconta "Alle soglie della romanizzazione: storia e archeologia di Forum Gallorum” che rimarrà aperta fino al 12 novembre 2017 negli spazi del museo civico archeologico. Il suo progetto è stato inserito nei piani di sviluppo del sistema museale regionale realizzati con il sostegno della LR. 18/2000.

Per saperne di più: www.ibc.regione.emilia-romagna.it

Un saluto da Valeria Cicala

Tags

Note

A cura di Valeria Cicala

Commenti

commenti gestiti con Disqus