Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Settimana News

Notizie dalla Regione

Questi i titoli:

  • Turismo, 46 milioni di presenze nel 2015
  • Fiera di Bologna: dalla Regione un investimento 5 milioni
  • L'Emilia-Romagna punta sulla sua Big Data Community
  • Igp ai Cappellacci di zucca ferraresi
  • A Reggio Emilia torna Giovane Fotografia Italiana, il progetto dedicato alla fotografia under 35

Oltre 46 milioni di presenze di turisti in Emilia-Romagna, con un +3,2% rispetto al 2014 e circa 8,8 milioni di arrivi (+5,1%): è quanto ci raccontano i dati definitivi 2015 del turismo in Emilia-Romagna. In termini assoluti c’è stato in regione un incremento complessivo di presenze che ha superato il milione e mezzo, considerando anche il movimento prodotto dalle ultime forme di ospitalità della sharing economy (come ad esempio airbnb). In base ai dati elaborati dall’Osservatorio regionale sul turismo di Unioncamere Emilia-Romagna, dopo anni di flessione e stagnazione c’è stato nel 2015 un aumento complessivo del movimento turistico nelle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere con una crescita di tutti i comparti dell’offerta turistica: Riviera, città d’arte e affari, Appennini e terme.
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/Turismo-46milioni-di-presenze-nel2015
 

Decisa dalla Giunta regionale la ricapitalizzazione di BolognaFiere con un investimento della Regione di 5 milioni di euro. La Fiera è “uno strumento straordinario per l’internazionalizzazione del nostro sistema produttivo, soprattutto per le piccole e medie imprese dei nostri distretti produttivi ”. ha sottolineato l’assessore alle Attività produttive Palma Costi, ricordando l’importanza della Fiera di Bologna in un sistema regionale (che comprende Fiere Rimini e Fiere Parma) che è secondo in Italia con le 95 manifestazioni, di cui 45 a carattere internazionale, i 26mila espositori diretti e gli oltre 3 milioni di visitatori nel 2014. “Il nostro obiettivo – ha concluso l’assessore – è arrivare a un’unica governance regionale, aggregando le tre società fieristiche, per un sistema sempre più forte e competitivo nel mondo.
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/primo-piano/dalla-regione-5-milioni-per-una-fiera-di-bologna-piu-forte-e-competitiva


Si è svolto a Bologna un incontro sull’Emilia-Romagna Bigdata Community cui hanno partecipato, tra gli altri, il presidente Stefano Bonaccini e gli assessori Bianchi (Università e ricerca) e Costi (Attività produttive). La Regione si è data come obiettivo di mandato di fare di Bologna e dell’Emilia-Romagna un grande Hub europeo della ricerca considerando che il 70% della capacità nazionale di super calcolo è in Emilia-Romagna. La Regione ha predisposto quindi un piano per le infrastrutture di ricerca e innovazione e ha previsto una ricognizione realizzata con il supporto di Aster. Obiettivo è creare una grande infrastruttura di ricerca di dimensione europea in linea con Horizon 2020, e quindi anche come riferimento attrattivo per nuovi investimenti in ricerca, anche da parte delle imprese.
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/primo-piano/ricerca-e-innovazione-lemilia-romagna-investe-nella-sua-big-data-community


Con la Igp Cappellacci di zucca ferraresi il paniere delle Dop e Igp emiliano-romagnole sale a 43. Un valore alla produzione di oltre 2,5 miliardi, il 40% del dato nazionale, il 15% di quello europeo. I primi quattro prodotti per valore economico sono: Parmigiano Reggiano Dop, Prosciutto di Parma Dop, Aceto Balsamico Igp e Mortadella Bologna Igp. I Cappellacci di zucca sono una pasta fresca ripiena. La ricetta tradizionale prevede la preparazione della sfoglia con farina di grano tenero, duro e uova e un ripieno costituto da polpa di zucca gialla “violina”, con l’aggiunta di formaggio grattugiato, pangrattato, noce moscata e zucchero. Non è consentito l’uso di coloranti e conservanti. La zona di produzione è rappresentato dall’intera provincia di Ferrara.
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/igp-ai-cappellaci-di-zucca-ferraresi


Fotografia Europea è un evento che ha fatto di Reggio Emilia, la capitale italiana della Fotografia. Alla manifestazione è legato ormai da 4 anni Giovane Fotografia Italiana, il bando riservato ai fotografi e fotografe under 35. L'edizione 2016 permetterà a sette giovani fotografi italiani di esporre un proprio progetto ed entrare in contatto con i festival internazionali di fotografia Circulation(s) di Parigi e Encontros Da Imagem di Braga (Portogallo). Per partecipare occorre non aver compiuto il 36° anno di età al momento dell'iscrizione. Il termine è fissato per il 10 marzo 2016.
http://giovani.regione.emilia-romagna.it/notizie/giovane-fotografia-italiana-a-fotografia-europea-un-bando-per-under-35

Tags

Note

A cura di Piera Raimondi Cominesi