Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Settimana news

Notizie dalla Regione

I titoli:

  • Centro meteo europeo. 40 milioni per la realizzazione del Data center al Tecnopolo di Bologna
  • Ibc.Eletto il nuovo presidente Roberto Balzani
  • Servizio Civile : aperto il bando di 200 posti per i giovani dai 18 ai 29 anni
  • Elezioni amministrative: Comuni aperti nel weekend per le candidature
  • Aperte le iscrizioni per i corsi Muner, presentati a New York
  • In regione crescono le imprese guidate da donne
  • Agricoltura, chiesto il fondo di solidarietà per i danni da maltempo
  • Le imprese che ritornano in Emilia-Romagna: il fenomeno del reshoring produttivo

 

Il Ministero dell’Università e della Ricerca si impegna a destinare alla Regione Emilia-Romagna fino a un massimo di 40 milioni di euro per realizzare il Data Center del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF) presso il Tecnopolo di Bologna.L’accordo quadro tra Ministero e Regione è stato siglato l’8 maggio  a Casalecchio di Reno (Bologna) dalla ministra Valeria Fedeli e dall’assessore regionale alla Ricerca e al Lavoro, Patrizio Bianchi, a margine dell’inaugurazione del nuovo supercomputer del consorzio Cineca. A fronte del finanziamento del Ministero, da utilizzare per la realizzazione delle infrastrutture necessarie a sostenere il progetto di trasferimento del Data Center, la Regione Emilia-Romagna metterà a disposizione gratuita una porzione dell’ex Manifattura Tabacchi di sua proprietà. Si impegnerà, inoltre, a realizzare i progetti definitivi ed esecutivi dei lavori. L'accordo rafforza l'impegno del Ministero verso il Tecnopolo di Bologna. Nel testo Ministero e la Regione si impegnano infatti anche a perseguire un progetto di integrazione delle risorse di supercalcolo, con lo scopo di dare vita nell’area del Tecnopolo di Bologna ad un progetto di infrastruttura digitale nazionale per le attività di supporto alla ricerca scientifica e all’innovazione tecnologica del Paese nel campo della meteorologia e della climatologia”.
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/primo-piano/centro-meteo-europeo-40-milioni-per-il-data-center-a-bologna-firmato-l-accordo-fra-ministero-della-ricerca-e-regione
 

Roberto Balzani, professore ordinario di Storia contemporanea al Dipartimento di Beni culturali dell'Università di Bologna, è il nuovo presidente dell’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali dell’Emilia-Romagna (Ibc). A nominarlo è stata l’Assemblea legislativa regionale, che in precedenza aveva preso atto, delle dimissioni dalla presidenza dell’Ibc di Angelo Varni dopo i servizi di ‘Striscia la notizia’ degli scorsi 10 e 12 aprile, nei quali venivano denunciati presunti casi di assenteismo all’Istituto. In aula il presidente della regione Stefano Bonaccini ha riferito in merito alla vicenda che ha portato in tempi rapidi alle verifiche interne sia sul comportamento dei singoli sia sulla gestione dell’Ibc, all’ esposto alla Guardia di Finanza, fino all’idea di voler riformare l’Istituto, sul quale si aprirà il confronto con l’Assemblea legislativa. L’obiettivo è il ritorno al pieno funzionamento dell’Ente, a partire anche dalla nomina del nuovo presidente. "Una scelta, quella di Balzani- ha  detto Bonaccini- di grande valore, scaturita dai titoli accademici, dal curriculum professionale e dall’esperienza amministrativa che può vantare”.
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/roberto-balzani-e-il-nuovo-presidente-dellibc

 

Nuovo bando finanziato dalla Regione con 600mila euro per il Servizio Civile regionale. Sono disponibili complessivamente 200 posti. Il maggior numero delle opportunità riguarda il settore educativo (118 posti); seguono le aree  assistenziali  (71 posti) e delle attività culturali (patrimonio artistico - 33 posti). Possono partecipare i cittadini tra i 18 e i 29 anni, per loro è previsto un assegno mensile che varia da 219 a 360 euro in base al progetto, alla durata (6-11 mesi per 4 o 5 giorni la settimana) e al numero di ore settimanali prestate (15, 20 o 25). Per presentare la domanda di partecipazione, che deve essere consegnata all'Ente titolare del progetto scelto, c’è tempo fino alle ore 14 del prossimo 15 maggio. Tutte le informazioni e il modulo per presentarla sono disponibili sul sito della Regione E-R Sociale o numero verde Urp dedicato 800 507705 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e il lunedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30).
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/primo-piano/Dalla-assistenza-alla-tutela-dei-beni-culturali-200-posti-per-i-giovani-con-il-Servizio-civile-regionale
 

In vista delle elezioni comunali del 11 giugno 2017, venerdì 12 maggio e sabato 13 maggio si dovranno formalmente presentare candidature e liste. Le candidature a sindaco e quelle delle liste dei candidati alla carica di consigliere comunale, con i relativi allegati, dovranno essere presentate, nei 20 comuni dell'Emilia-Romagna dove si va al voto, a partire dalle ore 8 fino alle 20 di venerdì 12 maggio (30° giorno prima della votazione) e dalle 8 alle ore 12 di sabato 13 maggio (29° giorno prima del voto) in tutti i municipi. Le istruzioni e i modelli necessari per la presentazione delle candidature si trovano anche sul sito della Regione.
http://www.regione.emilia-romagna.it/elezioni/notizie/comuni-aperti-venerdi-12-e-sabato-13-maggio-per-la-presentazione-delle-candidature

 

Sono stati pubblicati ufficialmente i bandi per le iscrizioni degli studenti provenienti da Paesi esterni all'Unione Europea alle lauree magistrali internazionali e inter-ateneo Advanced Automotive Engineering,  con vari indirizzi professionalizzanti (Advanced Powertrain, Advanced Motorcycle Engineering, Advanced Sportscar Manufacturing, High Performance Car Design e Racing Car Design), e Advanced Automotive Electronic Engineering, promosse dall’associazione Motorvehicle University of Emilia-Romagna (MUNER). L'associazione, fortemente voluta dalla Regione Emilia-Romagna, è composta dai quattro atenei in regione e dalle case motoristiche Automobili Lamborghini, Dallara, Ducati, Ferrari, Haas F1 Team, HPE Coxa, Magneti Marelli, Maserati e Toro Rosso. I corsi di laurea sono stati presentati a New York, presso la sede del Consolato italiano nei giorni scorsi, dall’assessor regionale all’Università e alla Ricerca, Patrizio Bianchi. Per l’ammissione alle Lauree Magistrali in Advanced Automotive Engineering e Advanced Automotive Electronic Engineering è necessario essere in possesso di una laurea di durata triennale che abbia fornito adeguate competenze nelle aree di Ingegneria e delle materie tecnico/scientifiche (Matematica, Chimica e Fisica). Occorre inoltre aver ottenuto un voto di Laurea maggiore o uguale a 95/110 (o equivalente per i candidati non Italiani), e possedere una conoscenza della lingua inglese di livello medi. I termini delle iscrizioni sul sito della Regione.
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/muner-corsi-di-laurea-in-automotive-presentati-a-new-york
 

Il maltempo delle ultime settimane ha provocato gravi danni in campagna. Per questo la Regione Emilia-Romagna sollecita un incontro urgente con il ministro delle Politiche agricole per valutare la possibilità di attivare sia gli interventi compensativi previsti dal Fondo di solidarietà nazionale, sia le altre forme di agevolazioni fiscali e previdenziali previste dalle leggi in questi casi. Si insiste anche sulla necessità di semplificare le norme sulle assicurazioni agevolate in agricoltura per rendere questo strumento più accessibile e meno oneroso per gli agricoltori. In Emilia-Romagna, sulla base di una prima ricognizione effettuata dai tecnici dei Servizi territoriali agricoltura, i danni provocati dal maltempo delle scorse settimane si presentano ingenti in molte aree e si aggiungono alle pesanti conseguenze della siccità che sta interessando soprattutto le province occidentali della Regione. Per una mappa più dettagliata delle perdite in campagna servira’ ancora qualche settimana.
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/agricoltura-chiesto-il-fondo-di-solidarieta-per-i-danni-del-maltempo
 

L’imprenditoria femminile in Emilia-Romagna, registra un andamento stabile, contrariamente alla lieve flessione che fa registrare il dato nazionale. I settori in cui cresce sono quelli tradizionalmente dedicati al mondo maschile come manifatturiero, costruzioni, trasporto e magazzinaggio. Sono elementi che emergono da #imprendodonna, indagine sulla condizione dell’imprenditoria femminile a Modena, ma anche relativa all’intero territorio regionale, presentata in commissione regionale Politiche economiche e Pari opportunità. L’indagine fa il punto sulla situazione delle aziende guidate da donne negli ultimi 10 anni. A oggi su 5,1 milioni di imprese in Italia, 1 milione e 100mila sono a conduzione femminile. In Emilia-Romagna su 410mila, le femminili sono 82mila. Secondo l’indagine, tra il 2000 e il 2010, l’Emilia-Romagna è tra i contesti più attivi nella promozione di azioni concrete per le politiche di conciliazione. Eppure in area Ue siamo ancora ben al di sotto dell’obiettivo fissato al 75% di occupazione femminile nella strategia Ue2020. A ostacolare la spinta verso la parità, il carico di cura della famiglia, ancora fortemente sbilanciato verso la donna e il divario retributivo di genere ancora molto alto.
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/manifatturiero-costruzioni-e-servizi-crescono-le-imprese-guidate-da-donne
 

Negli ultimi anni l’Emilia-Romagna ha registrato 21 casi di imprese che hanno deciso di tornare a produrre nel proprio paese di origine, una cifra che rappresenta il 17,4% degli episodi registrati in tutta Italia e che posiziona la regione al secondo posto tra quelle italiane, seconda solo al Veneto. Sono dati emersi da una ricerca condotta da Uni-Club MoRe Back-reshoring (gruppo di ricerca interuniversitario che monitora i casi, cui afferiscono anche gli atenei di Bologna e Modena-Reggio Emilia) presentata nei giorni scorsi presso la Giesse a Budrio (Bologna), dove si è tenuto il meeting conclusivo del progetto “Il fenomeno della rilocalizzazione produttiva (reshoring) in Emilia-Romagna”, sviluppato dall’assessorato regionale alle Attività produttive in collaborazione con le Università di Bologna, Ferrara, Modena-Reggio Emilia e Parma. Ilfenomeno è di importanza strategica per lo sviluppo del lavoro in regione. Tra le aziende emiliane che hanno già effettuato un simile percorso, Argo Tractors, Beghelli, Giesse e Wayel.
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/2017/maggio/quando-le-imprese-ritornano-il-fenomeno-del-reshoring-produttivo-in-emilia-romagna

Note

A cura di Cinzia Leoni

Commenti

commenti gestiti con Disqus