Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Settimana news

Notizie dalla Regione

Questi i titoli:

  • Piena del Po. Atteso per oggi pomeriggio il transito della piena a Boretto
  • Tromba d'aria del modenese, approvata l’ordinanza per i contributi
  • Nascite e parti in Emilia-Romagna.  Presentati i dati.
  • Un corso per coordinatori pedagogici con il contributo della Regione
  • Festival internazionale di fumetto BilBOlbul 2014

Sono oltre 1000 i cittadini residenti nelle aree golenali a rischio di allagamento evacuati ieri in via precauzionale a causa dell’ondata di piena del Po. Tutti i Comuni rivieraschi delle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Ferrara - coordinati dalle Prefetture – hanno attuato le ordinanze di evacuazione e le operazioni si sono svolte regolarmente; i cittadini hanno trovato ospitalità da amici e parenti e in parte sono stati alloggiati negli alberghi e nelle strutture messe a disposizione dai Comuni. La Regione si è dichiarata pronta, per voce del direttore dell’Agenzia regionale di Protezione civile Maurizio Mainetti,attraverso l’Agenzia, a mettere a disposizione risorse finanziare per dare adeguato supporto alle amministrazioni comunali per l’assistenza alla popolazione, e se necessario, mezzi e attrezzature.
Sulla base dei dati forniti da Aipo, oggi pomeriggio è previsto il transito dell’ondata di piena a Boretto, in provincia di Reggio Emilia, con livello 3, quindi di criticità elevata, ma con valori comunque inferiori ai livelli raggiunti nelle piene in Emilia del 2000 e del 2002. Nel frattempo prosegue l’attività di previsione, monitoraggio, vigilanza e controllo delle arginature, condotta dalle strutture territoriali di Aipo e dal Servizio di piena centrale, con la collaborazione degli Enti locali e della Protezione civile. Sono oltre 400 i volontari di Protezione civile impegnati da venerdì scorso nei comuni lungo l’asta del Po per interventi di monitoraggio e di rialzo arginale. L’Assessorato regionale alla Sanità sta seguendo, in raccordo con le strutture operative locali, la situazione relativa alle necessità delle persone e degli allevamenti nelle aree golenali. Al lavoro anche i Servizi tecnici di bacino, che hanno realizzato interventi di somma urgenza in alcune zone del piacentino. Infine è attiva in questi giorni la vigilanza della Direzione marittima regionale, che ha trasmesso avvisi alle Capitanerie e ai pescatori per la presenza in mare di materiali trasportati dalla piena che potrebbero creare ostacoli alla navigazione. 

1 milione e 670 mila euro di contributi, per gli interventi di ripristino degli immobili ad uso abitativo danneggiati dalla tromba d’aria del 30 aprile 2014 che ha colpito i Comuni modenesi di Nonantola e Castelfranco Emilia. Lo definisce l’ordinanza varata dal Commissario delegato alla ricostruzione, Alfredo Bertelli.  Sono state 79 in totale le segnalazioni di danno presentate dai cittadini. I proprietari di beni immobili e mobili che hanno presentato entro il 20 settembre 2014 la scheda di ricognizione dei danni, possono ora avanzare domanda di contributo entro e non oltre il 15 gennaio 2014. I Comuni avranno 60 giorni per l'istruttoria delle pratiche e pubblicare gli ammessi a contributo con i relativi importi. La spesa per la riparazione dei danni ai beni mobili deve essere sostenuta entro il termine perentorio del 30 giugno 2015. Gli interventi di ripristino delle abitazioni principali distrutte o danneggiate e delle parti comuni danneggiate di un immobile devono essere eseguiti a pena di esclusione dal contributo, entro il termine perentorio del 31 dicembre 2015.
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/tromba-daria-approvata_la_direttiva_peri_contributi_ai_danni

L'undicesimo “Rapporto nascita” della Regione Emilia-Romagna- con dati aggiornati al 31 dicembre 2013 - racconta che il tasso di natalità nella nostra regione è pari a 8,6 ogni mille abitanti, con un calo delle nascite che si riconferma per il quarto anno consecutivo.Il 69% delle madri ha cittadinanza italiana, il 31% straniera e l'età media al momento del parto è di 31,9 anni, ma sono in aumento le partorienti con più di 35 anni. Cresce anche il numero delle madri non coniugate, come anche di quelle che frequentano un corso di preparazione al parto. E' cresciuto l’accesso ai servizi pubblici (consultori e ambulatori ospedalieri), a cui si è rivolto il48,2% delle madri. Il ricorso a tecniche di contenimento del dolore durante il parto è avvenuto nel 78,2% dei casi,  mentre i parti cesarei sono stati il 28% del totale. In leggero aumento rispetto al 2012 ancheil ricorso a tecniche di procreazione assistita che è avvenuto nel 2,4% del totale dei parti. In sala parto, nel 92,5% dei casi, la donna ha accanto a sé una persona di fiducia, prevalentemente il padre del bambino
http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/primo-piano/I-dati-su-nascite-e-maternita-in-Emilia-Romagna
 

La Regione ha avviato una collaborazione con il dipartimento di Scienze dell’educazione dell’Università di Bologna per realizzare un Corso di alta formazione per coordinatori pedagogici attualmente occupati o con esperienza di periodica occupazione all’interno dei servizi educativi 0-3 anni del sistema regionale integrato. Inoltre, ha assegnato all’Alma Mater un finanziamento di 12 mila euro a parziale copertura delle spese. Possono fare domanda candidati in possesso di qualsiasi laurea che abbiano ricoperto o stiano ricoprendo la mansione di “coordinatore pedagogico” o mansioni assimilabili nel contesto della regione. Sono previste 120 ore di lezioni e obbligo di frequenza al 75%. Le domande per l’anno accademico 2014/2015 vanno inviate entro il 24 novembre 2014, i corsi inizieranno il 10 gennaio 2015.http://sociale.regione.emilia-romagna.it/news/la-regione-cofinanzia-il-corso-per-coordinatori-pedagogici
 

E’ giunto all’ottava edizione BilBOlbul, il  Festival internazionale di fumetto che si tiene a Bologna dal 20 al 23 novembre. L’edizione di quest’anno si propone di riflettere sulle mutazioni in atto nel mondo editoriale in particolare fumettistico, offrendo spunti di riflessione per gli operatori del settore e seguendo nel contempo la produzione dei nuovi artisti. Si apre con un convegno dedicato alla necessità di formare i giovani artisti e poi  tavole rotonde, workshop e incontri portfolio con professionisti di alto livello. Sono inoltre in programma 36 mostre, 7 produzioni editoriali e espositive create ad hoc, 5 workshop con artisti internazionali e uno spazio interamente dedicato ai bambini. Fra le mostre segnaliamo Icinori, che si ispira alle tavole acquerellate del naturalista bolognese Ulisse Aldrovandi in mostra al Museo di Palazzo Poggi; Paper Resistance, che guida un progetto a otto mani nelle stanze del Museo di Cere Anatomiche di Bologna.
http://www.emiliaromagnaturismo.it/it/eventi/bologna/bologna/bilbolbul-2014

Tags

Note

A cura di Piera Raimondi Cominesi