Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Al Teatro Comunale di Bologna la danza è una Stagione

Nel 2019 quattro titoli, dal classico al contemporaneo. Intervista a Fulvio Macciardi

Torna al Teatro Comunale, a distanza di trent'anni, una autonoma Stagione di danza di calibro internazionale. Quattro titoli, tre dei quali con musica dal vivo, andranno a comporre il Cartellone 2019

L'inaugurazione è affidata all'étoile internazionale Svetlana Zakharova, in scena con Denis Rodkin Mikhail Lobukhin e altri solisti del Teatro Bolshoi di Mosca. Accompagnata dall'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, diretta da Pavel Sorokin, sarà sul palco del Bibiena con  Amore (27-28 febbraio), coreografie di Yuri Possokhov per Francesca da Rimini, di Patrick De Bana per Rain before it falls e di Marguerite Donlon per Strokes through the tail. 

Il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli sarà protagonista de Il Lago dei Cigni  (5-6 aprile) con l'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, diretta da Aleksej Baklan. L'ensemble guidato da Giuseppe Picone propone il capolavoro di Petipa-Ivanov nella versione di Ricardo Nuñez.

Il Ballet de Nice Méditerranée diretto da Eric Vu-An (11-12 maggio), presenta  tre titoli novecenteschi:  L'Arlésiennedi Roland Petit su musiche di Bizet, i Three Preludes di Ben Stevenson e i 5 Tangos del di Hans van Manen.

Zappalà Danza in Instrument Jam (24-25 settembre), in scena con lo scacciapensieri di Puccio Castrogiovanni, l'hang di Marco Selvaggio e i tamburi di Arnaldo Vacca, chiude la Stagione.

Ne  parliamo nell'intervista con Fulvio Macciardi, Sovrintendente del Teatro Comunale di Bologna

 

Tags

Note

A cura di Piera Raimondi Cominesi

Commenti

commenti gestiti con Disqus