Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Consumare bio. L'indagine Ecropolis dell'Alma Mater

Campus, notizie dal mondo dell'Università e della Ricerca

6 dicembre 2010

Benvenuti a Campus e a una puntata del magazine dedicata al progetto Ecropolis, un'indagine sui consumatori di prodotto biologico che vede protagonista l'Università di Bologna. Ne abbiamo parlato con Erika Pignati. Nella seconda parte del magazine, le news dal mondo della ricerca e delle università.

Il Dipartimento di Economia e ingegneria agrarie della Facoltà di Agraria dell'Alma Mater sta svolgendo, all'interno del progetto europeo Ecropolis, un'indagine sui consumatori di prodotto biologico, finalizzata ad esplorare le preferenze sensoriali degli intervistati, insieme alle loro abitudini alimentari e culinarie. Obiettivo dello studio, la formazione di una banca dati con i profili sensoriali di alcuni alimenti biologici, le preferenze dei consumatori e le strategie di marketing, l'impatto della normativa relativa alle produzioni bio sulle proprietà sensoriali. Ascoltiamo la scheda.

Scheda
Lo studio si basa su interviste rivolte a un campione di consumatori acquirenti di prodotto biologico con frequenza occasionale o elevata, responsabili degli acquisti all'interno del nucleo familiare e disposti a svolgere degustazioni. Nelle due sessioni di assaggio, gli intervistati devono assaggiare due tipi di yogurt e due tipi di biscotti. A seguito degli assaggi, i consumatori dovranno esprimere alcuni giudizi. Per ringraziare i partecipanti, al termine del test sarà distribuito loro un piccolo omaggio (prodotti o buoni spesa) del valore di 15 euro.

Erika Pignati, assegnista di ricerca presso il Dipartimento Economia e Ingegneria Agraria della Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna, sintetizza le ragioni del progetto.

E ora le news dal mondo della ricerca e delle università
Il percussionista, videoartista e compositore Andrea Centazzo dona oltre cinquecento suoi volumi alla Biblioteca del Dipartimento di Musica e spettacolo dell’Alma Mater. La donazione è stata catalogata ed è ora disponibile per la consultazione. Metà dei volumi donati sono stati integrati con le collezioni della biblioteca, l'altra metà è andata a costituire il "Fondo Centazzo", che raccoglie documentazione sull'attività del musicista, studi sul jazz e sulla scena musicale contemporanea, metodi e musiche dedicati alle percussioni.

Grazie alla collaborazione con il Progetto Scuba Tourism for the Environment, creato dal Marine Science Group del Dipartimento di Biologia Evoluzionistica Sperimentale dell’Università di Bologna, il tour operator Settemari si è aggiudicato il prestigioso Premio Turismo Responsabile Italiano, dedicato alle proposte turistiche dirette ai siti Unesco in Italia e nel mondo nel rispetto dell’ambiente e della cultura locale.

Per questa puntata è tutto, Campus vi dà appuntamento alla prossima settimana.

Abbiamo trasmesso Campus, reti e connessioni di formazione ricerca e impresa in Emilia-Romagna.

Tags

Note

A cura di Federico Lacche

Commenti

commenti gestiti con Disqus