Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Speciale Venezia 75: torna, in tutto il suo splendore, Morte a Venezia di Luchino Visconti

Seconda opera in concorso per la Cineteca di Bologna

Il mio saluto dal Palazzo del Cinema, in cui si comincia già ad avvertire una certa malinconia da fine festival. Domani sapremo chi si aggiudicherà il Leone d’Oro 2018 e, di conseguenza, anche il Leone per il miglior film della sezione Classici. Oggi, la Cineteca è in concorso con il secondo dei due film restaurati, Morte a Venezia di Luchino Visconti, che proprio nel meraviglioso Hotel Des Bains del Lido trovò realizzazione nel 1971. Un’opera strettamente legata alla storia del Festival, che in questa sua 75esima edizione si è regalato la riapertura straordinaria del Des Bains, dove, nel piano piano rialzato è stata allestita un’esposizione sulla storia della Mostra del Cinema, con materiali dell’Archivio Storico. La mostra si chiama “Il Cinema in Mostra. Volti e immagini dalla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica 1932 – 2018” e, naturalmente, si trovano anche materiali legati al capolavoro di Visconti.
Anche oggi è con noi il Direttore della Cineteca, Gian Luca Farinelli, che ci racconta molti particolari sull’opera e sul restauro curato dall’Immagine Ritrovata di Bologna

Intervista Gian Luca Farinelli

Con Morte a Venezia si chiudono i nostri speciali dedicati alla Biennale Cinema 2018. Grazie di essere stati con noi e, dalla settimana prossima, la programmazione riprende da Bologna, sempre con tanto cinema da raccontare. Rimanete con noi.

Tags

Note

A cura di Anna Sbarrai

Commenti

commenti gestiti con Disqus