Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Il festival Focus Jelinek

Le cose sono immagini apparentemente innocenti, ma è necessario andare dietro le cose,
strappare via questa innocenza e dare alle cose la loro storia(..)
Io cerco di decostruire la realtà.
Questa realtà , io la faccio ogni volta per così dire a pezzi,
come se separassi a strappi le tende di un sipario,
per rabbia contro il testo che c’è dietro.   

Elfriede Jelinek ( da un’intervista di Renata Caruzzi) 

Gentili ascoltatori le parole che avete ascoltato appartengonoa Elfriede Jelinek la scrittrice austriaca, a cui è dedicato un evento particolare nella nostra regione,  un festival che durerà 6 mesi da ottobre 2014 a marzo del 2015, con 14 produzioni, tra spettacoli performance e letture. Si tratta del Festival Focus Jelinek, che vede varie realtà teatrali, istituzioni pubbliche, come Regione Emilia-Romagna e il Comune di Bologna e anche private, lavorare insieme in rete, in una logica sempre più in linea con le politiche culturali della Regione. 

A dieci anni dal Nobel per la letteratura ad Elfriede Jelinek nel 2004, questo festival è l’occasione giusta per riscoprire una tra le voci più acute e pungenti della scena contemporanea,  attraverso il corpus delle sue scritture ma anche attraverso le visioni di più compagnie,  di attrici e attori della scena contemporanea. La Regione Emilia-Romagna, nell’accogliere le tappe del progetto, diviene così una ‘città allargata, grazie alla inedita collaborazione di teatri, festival, biblioteche, cinema, spazi culturali di 14 città. Tra queste ovviamente c’è Bologna, cuore del progetto, dove verranno presentate tutte le produzioni realizzate dal Festival e dove si terranno alcuni eventi speciali, appositamente dedicati. Ce ne parla l’ideatrice e anche direttore artistico del festival Elena Di Gioia. 

Intervista Elena di Gioia 

Oltre agli spettacoli si terrà a Bologna, con la collaborazione del CIMES Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna, happening jelinek , una maratona di letture sull’opera  della scrittrice (Bologna, 3 dicembre 2014) a cura di Elena Di Gioia e Claudio Longhi. A Bologna e San Lazzaro si terrà invece un percorso di laboratori nelle scuole medie superiori condotto da Angela Malfitano e Nicola Bonazzi del Teatro dell’Argine, coinvolgendo gli studenti in uno spettacolo finale, esito del laboratorio, sui testi Lui non come lui e Totenauberg di Elfriede Jelinek. Il progetto di laboratorio, a cura di Angela Malfitano, è realizzato nell’ambito delle iniziative della Rete Teatri Solidali della Provincia di Bologna e con la collaborazione di Itc Teatro di San Lazzaro.
Il festival prenderà il via il 7 ottobre a Piacenza con lo spettacolo di Jackie e le altre di Andrea Adriatico, con la compagnia Teatri di Vita, al Teatro Comunale Filodrammatici, con Anna Amadori, Olga Durano, Eva Robin’s, Selvaggia Tegon Giacoppo.Ma torneremo a parlarne presto, segnalando le principali iniziative. Un saluto da Cinzia Leoni.

www.festivalfocusjelinek.it

Tags

Note

A cura di Cinzia Leoni

Commenti

commenti gestiti con Disqus