Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Groove City

Presentato al Porretta Soul Festival  il nuovo cd: un omaggio alla musica di Memphis

Gentili ascoltatori ben ritrovati da Cinzia Leoni  oggi vi proponiamo una puntata speciale direttamente dal Porretta Soul Festival dove abbiamo intervistato Fabio Ziveri leader della band Groove City, protagonisti della prima serata, il 21 luglio, con Daria Biancardi, bellissima voce palermitana conosciuta dal  grande pubbllico per aver partecipato al contest televisivo The Voice.

Il brano che state ascoltando in sottofondo si intitola Land of 1000 dances, cantato da Rick Hutton il famoso conduttore inglese di Videomusic, primo programma televisìvo dedicato alla musica, musicista e presentatore storico del  Porretta Soul Festival. Il brano fa parte del nuovo lavoro  dei Groove City dal titolo Road to Memphis, che vi presentiamo oggi.

Abbiamo già parlato più volte di questa band bolognese che ha partecipato e vinto più volte il nostro concorso regionale La musica Libera. Libera la musica, prima come esecutori e poi con un brano originale nella sezione Soul and R&B. Nel 2010 hanno realizzato il primo disco Friends che contiene diversi brani  anche con Charlie Wood, grandissimo cantante ed hammondista di Memphis,  che il leader della band Fabio Ziveri ha incontrato proprio al Porretta.

Anche Road to Memphis, l’ultimo lavoro appena pubblicato, nasce nell’ambito del  Porretta e si avvale delle collaborazioni di morti artisti americani e inglesi che si sono esibiti al festival.  Tra i promotori del disco l’associazione Black in BO, con sede a Bologna, che ha l'obiettivo di gestire il Castelfranco Blues Festival, e ovviamente il Porretta Soul Festival.

Ascoltiamo dal disco il brano When Something is wrong with my baby dei Groove City con il featuring di Jerry Jones e Sax Gordon.

Intervista a Fabio Ziveri

Brani
Who's Makin Love
You got me hummin’
No need no money

https://www.facebook.com/groovecitybo?fref=ts

Tags

Note

A cura di Cinzia Leoni

Commenti

commenti gestiti con Disqus