Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Macola

e il suo ultimo cd Rovente

8 settembre 2011

Ta me zirchè

Cari ascoltatori di Radio Emilia-Romagna  riprendiamo con la nostra carrellata di musicisti  menzionati al concorso La Musica libera.Libera la musica, con il  cantautore romagnolo Macòla, accompagnato dai Vibronda, la sua band storica. Il brano che state ascoltando in sottofondo Ta me zirchè  in dialetto emiliano-romagnolo, linguaggio caro a questo cantautore  ed è contenuto nel cd Rovente, che vi presentiamo oggi.

Stabilire gli inizi della carriera di Macola è praticamente impossibile. Da sempre Marcello Mazzola (questo è il vero nome), originario di Longiano, bellissimo e piccolo centro della Romagna, nei dintorni di Cesena, è alla ricerca di suoni, parole che si intreccino tra di loro, regalando emozioni.

Oscillando tra il moderno e la tradizione, Macola si sposta con maestria tra i suoni del mediterraneo, il folk, lo ska, il reggae, il rock. Il linguaggio accuratamente studiato conferisce un tocco prezioso ai brani prodotti.

Il suo primo primo album Calma è stato  pubblicato per One Step Records nell’ottobre 2006, ottenedo ottimi riscontri dal pubblico e dalla critica, e dando l'opportunità a Macola  e alla sua band  di realizzare vari spettacoli in vari in giro per l’Italia.

Nel corso del tempo, Macola, affina anche le collaborazioni con diversi artisti della scenda indipendente italiana, tra cui i RedSka, per i quali scrive il brano Le mie prigioni, che darà il titolo al loro secondo album (nel 2008) ed i Khorakhanè, con i quali avvia una proficua collaborazione in qualità di autore.

Alla fine del 2009, dopo diversi mesi di lavoro in studio, esce l’ultimo lavoro discografico di Macola, Rovente, per One Step Records, distribuito da Venus. In Rovente il modo di mescolare le parole e le note crea un sistema personale ed unico di vedere il mondo, nello lo stile inconfondibile di Macola. I testi, decisamente cantautorali, spaziano dalla poesia, alle esperienze di vita, dall'amore all'impegno sociale.

In Rovente emerge un chiaro messaggio di speranza per il futuro del mondo e di amore per la vita, attraverso un approccio tendenzialmente folk/freak.
Vogliamo ricordare anche la partecipazione nel 2010 ad AreaSanremo nella sezione dialettale, arrivando in finale con la sua Du che va (in dialetto romagnolo), che è stata poi inclusa nella compilation Terre di Musiche edito da Materiali musicali. Tra le tappe del Tour 2011, ha partecipato alla Festa della Musica Italiana a Parigi dividendo il palco con i Quintorigo, Khorakhanè, Nidi d’Arac, gli Ex.

Entriamo ora nel nel mondo musicale di Macola ascoltando il brano

Miranda una struggente ballata dal sapore spagnoleggiante, tratta dell’eterno binomio amore e odio.

Miranda

 Cari ascoltatori di RadioEmiliaRomagna abbiamo qui con noi oggi il cantautore romagnolo Marcello Mazzola, in arte Macola.

Intervista a Marcello Mazzola

Brani:

Du che va

Le mie prigioni 

Salutiamo e ringraziamo Marcello Mazzola ascoltando il brano Revolver tratto dal cd Rovente che vede anche la partecipazione del grande hammondista e musicista internazionale Enri.

Revolver

Note

A cura di Cinzia Leoni e Angela Benassi

Commenti

commenti gestiti con Disqus