Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Two Fol Quartet

Il loro primo cd Greatest Hits

Gentili ascoltatori ben ritrovati da Cinzia Leoni oggi parliamo di un quartetto di clarinetti un po’ toscano e un po’ bolognese il Two Fol Quartet. Il brano che state ascoltando in sottofondo si intitola Escualo, celebre brano di Astor Piazzolla rivisitato dal gruppo, nel loro cd Greatest Hits.

Il Two-Fol Quartet nasce nel 2013dalla commistione di esperienze diverse che hanno i quattro strumentisti  che si sono cimentati nella musica orchestrale, bandistica, jazz e popolare. Obiettivo del gruppo è quello di portare all’attenzione del pubblico la musica vocale e strumentale dal barocco  fino alla musica contemporanea. Il quartetto composto da Emilio Checchini, Nicholas Gelli, Pierpaolo Romani e Luca Troiani : quattro voci, clarinetto piccolo, clarinetto, corno di bassetto, clarinetto basso, quattro strumenti diversi ma appartenenti alla stessa famiglia per esplorare tutte le qualità timbriche di questo strumento.

Il gruppo dipendendo dalle esecuzioni previste si allarga fino a 12 elementi. Il repertorio proposto è vario, si va dalle Ouverture da opere alla musica per film, dalla trascrizione di sinfonie e brani classici strumentali fino alla musica jazz e al musical.

E’ del 2015 il disco dal titolo "Greatest Hits", primo album dei Two FOL quartet,  prodotto da Visage Music di Claudio Carboni, e distribuito da Materiali sonori.
L’album si puo’ ascoltare anche su Youtube: https://youtu.be/80IQYCIN3A8

Ascoltiamo ora Guarda che luna, brano amatissimo di Fred Buscaglione, nella versione di Two Fol Quartet
Cari ascoltatori diamo il benvenuto  a Luca Troiani ai Two Fol  Quartet  e in particolare a Luca Troiani.

Intervista Luca Troiani

Brani
BleaK
Española Nr.1 (medley)

Salutiamo e ringraziamo Luca Troiani e i Two Fol quartet per essere stati con noi e vi lasciamo con il brano Der Heyser Bulgar arrangiata sempre da Sergio Romani.
Un saluto a tutti da  Cinzia Leoni e continuate a seguirci su Scelto per voi.

Note

A cura di Cinzia Leoni

Commenti

commenti gestiti con Disqus