Salta al contenuto principale
15 Luglio 2010 | Archivio / Scelto per voi

Claudio Carboni

“Secondo a nessuno”:  la musica dei nostri nonni oggi suona così

A cura di Cinzia Leoni e Angela Benassi

15 luglio 2010

Dolce Maria

Cari ascoltatori di RadioEmiliaRomagna ben ritrovati su “Scelto per voi”. Il brano che state ascoltando è Dolce Maria brano contenuto nel cd di Claudio Carboni dal titolo Secondo a nessuno – La musica di Secondo Casadei.

Claudio Carboni, sassofonista, è nato a Bologna nel 1966. Inizia giovanissimo lo studio del sassofono e già all’età di undici anni suona nelle orchestre di ballo liscio: da questa esperienza eredita grande virtuosismo ed un fraseggio secco e preciso che tuttora caratterizza il suo stile. Si dedica al jazz sotto la guida di Giorgio Baiocco. Nel 1992 partecipa ai corsi d’alta qualificazione professionale “Siena Jazz”, raggiungendo il III livello.

Il 1992 è l’anno dell’incontro con Riccardo Tesi e Banditaliana, formazione che in pochi anni, arriva ai vertici della world music europea, guadagnandosi ampi consensi in tutta Europa, Nord-America, Australia e Giappone. Sarà, appunto, la collaborazione con Riccardo Tesi a caratterizzare la sua esperienza professionale, a dirigerlo decisamente verso i lidi della cosiddetta musica etnica, a trovare in questo nuovo approdo una nuova propria cifra stilistica.

Sono gli anni di diverse partecipazioni che si muovono fra il recupero della tradizione popolare, atmosfere sinuosamente mediterranee e suggestioni più decisamente jazz. Sono gli anni di Un ballo liscio, il progetto forse più famoso di Riccardo Tesi: un meraviglioso prisma di echi di liscio e sonorità etno-jazz a cui hanno partecipato Gabriele Mirabassi, Mauro Grossi, Patrick Vaillant, Piero Leveratto, Maurizio Geri e Ettore Bonafè.

Seguiranno poi altri progetti simili e al contempo diversissimi: Acqua Foco e Vento e Crinali. Banditaliana, Thapsos e Lune sono i titoli delle successive produzioni discografiche. Insieme ai componenti di Banditaliana, partecipa nel 2005 al film Liscio! di Claudio Antonini con Laura Morante (Premio N.I.C.E. e Premio K12 al Festival di Roma).

Nell’ottobre 2006 con Luiz Lima, Ricardo Da Silva e Marco Cattarossi avvia un progetto sulla musica strumentale brasiliana unendo contemporaneità e tradizione, elementi etnici e jazz: il debutto nel marzo 2007 col nome di BZ4 e nel maggio 2008 il loro primo album Cem Saudades. Nello stesso periodo, per la prima di Boletus Edulis di Alvin Curran, dirige un ensemble di 50 fiati nella chiesa di Alvar Aalto a Riola (BO).

Nel 2007 partecipa all’album Presente Remoto disco con il quale Riccardo Tesi festeggia i trent’anni di carriera con ospiti illustri tra i quali Stefano Bollani, Gianmaria Testa, Elena Ledda, Gabriele Mirabassi. Il 2008, un anno densissimo di nuovi progetti, è anche l’anno della sua partecipazione, insieme all’amico Riccardo Tesi, alla nuova produzione de I Violini di Santa Vittoria, un particolare progetto sulla tradizione della musica da ballo emiliana di settant’anni fa. L’anno successivo questo lavoro prenderà forma nella produzione discografica Osteria del Fojonco per Shéhérazade.

Su commissione della Biennale del Paesaggio di Reggio Emilia, è l’ideatore insieme ad Andrea Bonacini, del progetto Secondo a Nessuno ispirato alla figura di Secondo Casadei. Stravagante e al contempo geniale si configura, nello stesso periodo, la collaborazione col duo vocale occitano Trobairitz D’Oc di cui è atteso il loro primo lavoro discografico: Lo Mal D’Amor per l’etichetta Felmay. Nell’estate 2009 Insieme a Banditaliana, Lucilla Galeazzi, Stefano Melone e Filippo Pedol prende parte al progetto Sopra i tetti di Firenze, rilettura del repertorio di Caterina Bueno, la più importante cantante di Musica Popolare toscana, a Marzo 2010 è uscito il disco omonimo di Riccardo Tesi e Maurizio Geri con ospiti Piero Pelù, Nada, Gianna Nannini, Daniele Sepe.  

Cari ascoltatori di RadioEmiliaRomagna prima per farvi entrare nel vivo della musica del cd di Claudio Carboni dal titolo Secondo a nessuno  – La musica di Secondo Casadei ascoltiamoci il brano Marita.  

Marita

Abbiamo qui con noi oggi Claudio Carboni che ci presenterà il cd dal titolo Secondo a nessuno – La musica di Secondo Casadei

Ciao Claudio,  

Ci parli di “Secondo a nessuno”, della sua formazione e di come è nato questo progetto?  

Qual è il tuo rapporto personale con il ballo liscio?

Ascoltiamoci ora il brano Rete rossa contenuto nel cd di Claudio Carboni dal titolo Secondo a nessuno.

Rete rossa

Nel 1928 Secondo Casadei fonda la sua orchestra e negli anni ’60 gli si affiancò il nipote Raoul Casadei, che prende il suo posto alla sua scomparsa. Come mai questo genere musicale non passa mai di moda?   

Il liscio di Romagna è nato alla fine del 1800 con la figura del violinista romagnolo Carlo Brighi detto Zaclèn. Da allora ad oggi cosa è cambiato?  

Ascoltiamo il brano Nuvolari contenuto nel cd di Claudio Carboni dal titolo Secondo a nessuno.

Nuvolari 

Quale è il rapporto tra Ballo liscio e nuove generazioni, che scenario futuro immagini?    

La tua produzione musicale abbraccia diversi generi: Ballo liscio, word music, musica popolare italiana e musica brasiliana. Qual è il filo conduttore di questi generi musicali così apparentemente lontani ma così intimamente vicini?

Ascoltiamo ora il brano Vittoria, contenuto nel cd di Claudio Carboni dal titolo Secondo a nessuno.

Vittoria

L’incontro artistico con Riccardo Tesi quanto ha influenzato il tuo percorso musicale?

Salutiamo e ringraziamo Claudio Carboni ascoltando il brano Fuga contenuto nel cd dal titolo Secondo a nessuno – La musica di Secondo Casadei e vi diamo appuntamento alla prossima puntata di “Scelto per voi”.

Fuga

Brano corrente

Brano corrente

Playlist

Programmi