Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Concives – Bologna 900

Giorgio Diritti, con un emozionante film, racconta il nono centenario della città

Cari ascoltatori, quest'anno il Comune di Bologna compie 900 anni e, in questo compleanno così importante, si regala un lungo viaggio nella storia, scegliendo i suoni, i colori e le emozioni che spesso solo il cinema riesce a comunicare.

A guidarci in questo percorso il regista Giorgio Diritti che già, attraverso gli occhi della piccola Martina, ci fece commuovere e ricordare la strage di Marzabotto con lo splendido "L'uomo che verrà".

La sua paziente opera di documentazione presso i numerosi archivi storici e fotografici - sì proprio quei benedetti archivi che regalano sempre sorprese fantastiche e che devono essere preservati sempre e per sempre - ha portato alla realizzazione di Bologna 900, un vero e proprio percorso emozionale dalle origini ai nostri giorni, tra antiche stampe, testimonianze artistiche, foto d'epoca e immagini di repertorio, associate a un proseguo poetico contemporaneo, realizzato dallo stesso Diritti. In questo carosello di secoli di 35 minuti, tra portici, torri, botteghe, scienze, acque, genti, ci sono i rumori, tanti, imprescindibili, ad accompagnare la vista, culminando con il pezzo struggente "Le rondini", di un bolognese doc rimpianto e indimenticabile qual è stato Lucio Dalla. La potenza del silenzio è tutta riversata nelle immagini del 2 agosto, ferita ancora aperta come lo squarcio alla Stazione Centrale, ferita che chiude la gola fotogramma dopo fotogramma. Anche questo è storia, la nostra storia.

Come non desiderare di saperne di più? Ecco quindi ai nostri microfoni proprio Giorgio Diritti, con cui abbiamo ripercorso le fasi di realizzazione del film: dai salaroli medievali ai T-Days del ventunesimo secolo.

Intervista a Giorgio Diritti

A tutti  i bolognesi all'ascolto di RadioEmiliaRomagna auguro un felice compleanno. A presto, da Anna Sbarrai.

Tags

Note

A cura di Anna Sbarrai