Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

La libertà del dolore, secondo Valerio Mastandrea

Il noto attore debutta alla regia con "Ride" e conquista il pubblico dell'Emilia-Romagna

Dopo un cortometraggio e un videoclip per Daniele Silvestri, Valerio Mastandrea debutta alla regia di un lungometraggio, con l’impegno sociale e il coraggio di trattare in modo forte e personale due temi di grande impatto come le morti sul lavoro e l’elaborazione del lutto di chi, invece, resta.
“Ride”, interpretato dalla riminese Chiara Martegiani, e da un sempre bravissimo Renato Carpentieri, è nelle sale da fine 2018 ma in questo periodo si sta facendo conoscere al pubblico dell’Emilia-Romagna grazie agli incontri promossi dalla FICE nelle sale associate. Un momento di confronto importante in cui Carolina, moglie che non riesce a piangere il marito morto tragicamente durante il turno di lavoro, prende certamente un posto non marginale nelle emozioni di chi guarda il film.
Di questo e del nuovo film in imminente uscita, parliamo ora con il regista

Intervista Valerio Mastandrea

Per questa settimana è tutto, buona visione da Anna Sbarrai

Tags

Note

A cura di Anna Sbarrai