Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Tutti morimmo a stento

Da Cattolica la vera storia di Rasi e Spinelli

Cari ascoltatori, in questi ultimi anni l’esigenza di tutelare la Memoria storica è divenuta essenziale, probabilmente perché il cambio generazionale sta inesorabilmente portando con sé figure e testimoni di quanto avvenuto nel ‘900, ma anche perché, in questo mondo sempre più globalizzato, il bisogno di identità e di valori dona la speranza di un futuro più sostenibile.
Per aiutare la preservazione di fatti e ricordi la cultura mette spesso a disposizione forze e mezzi, come è avvenuto nel caso di Tutti morimmo a stento, primo lungometraggio di Alessandro Nunziata, prodotto con una partecipata azione di crowdfunding dal giovane circolo del cinema di Cattolica, Toby Dammit.

Il titolo del film non può non far pensare all’omonimo album di Fabrizio De André, che si ispirò a storie di personaggi in cui la morte del singolo diviene sconfitta, condanna per l’umanità intera, e di come alcuni individui possano detenere nelle proprie mani il destino di altri. E la storia che stiamo per raccontare parla proprio di sacrificio, ingiustizia e follia umana.

Nel giugno del 1944, due soldati aiutarono i partigiani di Cattolica a trafugare delle armi ai fascisti. La rappresaglia di questi ultimi sarà feroce, con un accanimento barbaro contro persone innocenti, contadini e commilitoni. Tra loro anche Domenico Rasi e Vanzio Spinelli, due soldati ventenni che saranno trucidati in circostanze mai chiarite.La vicenda è stata vissuta con grande emozione in Romagna, ed è stata tramandata oralmente per decenni, con il rischio di perdersi con l’avanzare dell’età degli ultimi testimoni. Per questo i cineasti del Toby Dammit hanno sentito l’esigenza di raccontarla, avvalendosi del prezioso sostegno dell’ANPI locale per la consulenza storica.

Abbiamo quindi il piacere di avere ai nostri microfoni Alessandro Nunziata, con cui abbiamo parlato della sceneggiatura e della realizzazione del film, che ha come protagonisti i giovanissimi Gianluca Vannucci e Giuseppe L’Insalata.

Intervista ad Alessandro Nunziata

Prima di salutarvi ricordo che, dal 18 al 25 dicembre, il film sarà visibile al Cinema Snaporaz di Cattolica, in occasione dell’anniversario della sua riapertura dopo la digitalizzazione della sala effettuata dal Circolo.

Buona visione e a presto.

 

Il Trailer del film Tutti morimmo a stento

Tags

Note

A cura di Anna Sbarrai

Commenti

commenti gestiti con Disqus