Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Magazzini FreeMusic

La selezione musicale da Magazzini Sonori

Cari ascoltatori di RadioEmiliaRomagna, bentornati all'ascolto di Magazzini FreeMusic, la selezione musicale dall'archivio di Magazzini Sonori.

Si rientra dalle vacanze con ancora in bocca il sapore del mare e nelle orecchie il rumore della risacca. Per mantenere vivo l'effetto, abbiamo deciso di dedicare la puntata di questa settimana proprio a una storia di mare… anzi alla storia di mare per eccellenza! Ed eccoci pronti a una passeggiata informale nel mito omerico, come al solito accompagnati dai nostri artisti emiliano-romagnoli.

Iniziamo - come ci dicevano a scuola - in medias res: siamo nell'isola di Circe, la terribile maga, raccontata qui dalle parole e dalla musica di Eloisa Atti. La cantautrice e polistrumentista bolognese ha infatti dedicato il suo ultimo album, dal titolo "Penelope", uscito nel marzo 2014 per l'etichetta Brutture Moderne, proprio alle vicende e ai personaggi dell'Odissea, trattati con tutta la leggerezza e l'ironia del caso. Le note di sirtachi che già sentiamo in sottofondo aprono il brano Circe, che ascoltiamo.

Circe - Eloisa Atti

Con Eloisa Atti e la sua Circe abbiamo aperto la nostra traversata senza pretese fra le parole del mito omerico. Svincolati dagli incantesimi della maga di Eea, Ulisse e i suoi compagni riprendono a veleggiare nel Mediterraneo, e lo fanno per noi sulle note dei Nuju. I Nuju sono un gruppo attivo sulle scene dal 2008 e che porta nel nome una citazione esplicita dall'Odissea: Nuju infatti significa "nessuno" e allude al nome che Ulisse dichiara di avere quando il Ciclope gli chiede chi lo ha accecato. Ma il parallelo col mito non finisce qui. Leggiamo infatti dalla biografia del gruppo: "i suoi componenti sono dei novelli Ulisse partiti dalla loro Itaca appena maggiorenni e incontratisi in un luogo imprecisato. La loro Odissea è fatta di viaggi. Il pop sono le sirene, il rock è Nausicaa, la musica d'autore è il ciclope, la world music è Medusa." Dal loro primo album omonimo del 2010 a voi Voci di marinai.

Voci di marinai - Nuju

Dopo i Nuju cambiamo decisamente genere e ci concediamo una pausa al Cafè Calipso, in compagnia di Kyle Eastwood. Figlio del celebre attore e regista statunitense Clint Eastwood, Kyle ha scelto la strada della musica, affermandosi ben presto come compositore e bassista. Come lui stesso racconta, la musica è sempre stata parte della sua vita, fin dalla prima infanzia: "Mio padre ci faceva ascoltare jazz di continuo - racconta - Ogni anno mi portava al Monterey Jazz Festival. Essere il figlio di Clint Eastwood aveva dei lati positivi: ad esempio mi dava la possibilità di avere accesso al retropalco. In quegli anni ho avuto la fortuna di incontrare Sarah Vaughan, Miles Davis, e tutte le leggende della musica jazz". Nel 2011 Kyle ha preso parte alla rassegna vignolese Jazz in'it, presentando al pubblico del Teatro Fabbri i brani del suo nuovo lavoro "Songs from the château". Dalla registrazione live della serata, ascoltiamo Cafè Calipso.

Cafè Calipso - Kyle Eastwood

Abbandoniamo Kyle Eastwood e il suo Cafè Calipso, per passare al prossimo ascolto che proviene da "Mythos", progetto discografico dell'Archivio Sonoro del Teatro Municipale di Reggio Emilia. La raccolta comprende frammenti poetici recitati dalle voci più autorevoli del teatro italiano, alternati a commenti musicali. Dalle tracce del cd abbiamo deciso di proporvi un estratto dal mito di Fedra, interpretato da Maddalena Crippa, seguito dal Lamento della Ninfa, dal "Libro VIII dei Madrigali Guerrieri et Amorosi" di Claudio Monteverdi, nell'interpretazione dell'ensemble Concerto Italiano.

Mythos - Archivio Sonoro del Teatro Municipale di Reggio Emilia

Con questo assaggio dal progetto Mythos ci avviamo alla conclusione della nostra playlist di oggi. Terminiamo con le meravigliose voci di Michele Pertusi e Bernardo Lanzetti accompagnate dall'Orkestra Novecento in un brano composto da Fulvio Redeghieri e che riporta le gesta degli eroi omerici a una dimensione domestica e quasi terminale. Con Ulisse vi salutiamo e vi diamo appuntamento alla prossima puntata di Magazzini FreeMusic.

Ulisse (F. Redeghieri) - Michele Pertusi, Bernardo Lanzetti

Tags

Note

A cura di Magazzini Sonori