Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Magazzini FreeMusic

La selezione musicale dall'archivio di Magazzini Sonori

Cari ascoltatori di RadioEmiliaRomagna, bentornati all'ascolto di Magazzini FreeMusic, la selezione musicale dall'archivio di Magazzini Sonori.

Sulla via Emilia, di ritorno dalla folla della Riviera, ci fermiamo oggi a Forlì, ancora in terra di Romagna, e andiamo alla ricerca di musiche e suoni che in questi luoghi trovano un humus fertile in cui prosperare.

Dal momento che stiamo per abbandonare la Romagna, però, prendiamo le mosse da un grande brano della tradizione, composto da Aldo Spallicci e Cesare Martuzzi. La Majè celebra il maggio e i suoi riti, che dopo il lungo sonno invernale propiziano i raccolti. Scegliamo però di ascoltarne un'interpretazione assai particolare, a cura dell'Orchestra Romagna Nostra, composta dai Maestri della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli. L'arrangiamento di Roberto Bartoli predilige le sonorità del blues, con tanto di slide sulla chitarra acustica e un accompagnamento di armonica a bocca. A voi La Majè.

La Majè (A. Spallicci, C. Martuzzi) - Orchestra Romagna Nostra

Con la voce di Paola Sabbatani in questa La Majè abbiamo aperto la playlist di oggi dedicata agli artisti forlivesi. Proseguiamo con un altro brano dialettale ma di genere assai diverso. Abbiamo infatti a che fare con il Collettivo Ginsberg, un gruppo nutrito di musicisti guidati dal fondatore Cristian Fanti. Dal 2011 il Collettivo è passato attraverso un profondo ripensamento della sua poetica musicale, e grazie anche al sostegno del produttore Marco Bertoni, si è riproposto con una rinnovata line-up presentandosi in un EP di cui faceva parte anche questa Curtel.

Curtel - Collettivo Ginsberg

Il Collettivo Ginsberg, che abbiamo appena ascoltato in questa Curtel, è attualmente impegnato nella lavorazione di un nuovo album: dai loro social apprendiamo che si sono chiusi in studio dal 26 giugno e noi restiamo in attesa di ascoltare anche sulla nostra radio il risultato della loro fatica. Nel frattempo incontriamo un altro gruppo: loro si chiamano Margò, e si definiscono sei menestrelli che percorrono a piedi scalzi i sentieri del folk elettro-acustico, conciliandoli coi ritmi e le strutture del rock e del reggae. Una musica decisamente estiva, la loro, e fatta per ballare e far ballare il pubblico, sempre numerosissimo, dei loro concerti. A voi La finta tarantella.

La finta tarantella - Margò

Con i forlivesi Margò abbiamo saltellato a ritmo di una "finta" tarantella. Adesso è la volta invece di vere sonorità sicule, portate in terra di Romagna dagli Shekelesh, un gruppo attivo dal 2010 e  formato da da Roberto Pirruccio, Gian Luca Babini, Giuseppe Ceci, Riccardo Galeati e Lidia Pitarresi. Gli strumenti utilizzati sono quelli della tradizione mediterranea dal tamburello ai tamburi a cornice, dalla darbouka al friscaletto. Dal loro repertorio ascoltiamo L'ogghiu.

L'ogghiu - Shekelesh

Con L'ogghiu degli Shekelesh si avvicina la conclusione della nostra playlist di oggi. Alla fine di questa esperienza forlivese vi presentiamo un gruppo che da lungo tempo è entrato a far parte della nostra FreeZone e che nel 2010 ha conseguito una menzione di merito in una delle prime edizioni del nostro contest La Musica Libera. Libera la Musica. Loro si chiamano MiNiMo, e noi vi proponiamo un brano dal loro cd di qualche anno fa "Istinto Estinto". Con Il ferro del mestiere vi salutiamo e vi diamo appuntamento alla prossima puntata di Magazzini FreeMusic.

Il ferro del mestiere - MiNiMo

Tags

Note

A cura di Magazzini Sonori

Commenti

commenti gestiti con Disqus