Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Manzoni Factory: la nuova stagione dell’Auditorium bolognese

Parte la stagione dell’Audiorium Manzoni, con la direzione artistica del Maestro Giorgio Zagnoni, da anni alla guida del teatro. E anche quest’anno la programmazione che arriverà a giugno, realizzata con il sostegno anche della Regione e sponsor privati, abbraccia come sempre vari generi dalla classica, al jazz con Paolo Fresu, fino all’ultimo lavoro degli Swans, che affondano le loro radici nel noise e nel punk. Saliranno sul palco del Manzoni anche le Puppini Sisters, un trio musicale femminile formatosi a Londra, specializzato nel canto a cappella in stile anni ‘40. Dopo il successo dello scorso anno, torna con un nuovo progetto Carlo Lucarelli: con le sue “Storie ai confini della realtà”, un altro viaggio nella metà oscura, che attinge alle sue ricerche, ai suoi romanzi e programmi televisivi, con l’accompagnamento musicale del “Jazz on Dark Project”.

Non mancano appuntamenti di danza, con tre spettacoli che spaziano dal classico al flamenco: il balletto Cenerentola, che vede impegnata la compagnia “Ballet of Moscow”assieme ai solisti : Andrei Sorokin e Kristina Kochetova;  il balletto classico Giselle con il Balletto dell’Opera Nazionale di Odessa (Ucraina), e per finire  lo spettacolo “La Edad de Oro” che vede protagonista il celebre danzatore flamenco Israel Galvan.

Con il nuovo anno ritornano poi gli i spettacoli di musica classica realizzati dalla della Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, sempre presente nella programmazione del Manzoni, e che per la stagione 2016-17, presenta un repertorio incentrato sui grandi Maestri dell’800 e del ‘900 con direttori d'orchestra e solisti di fama internazionale come il direttore e pianista, Mikhail Pletnev.

Ma lasciamo la parola al direttore artistico Zagnoni per raccontarci le novità della rassegna.

Intervista Giorgio Zagnoni

Ricordiamo che nel concerto per Amatrice, con il patrocinio del Comune di Bologna e della Regione Emilia Romagna, il 9 novembre, verranno eseguiti i Carmina Burana di Carl Orff, rappresentati per la prima volta in Italia il 10 ottobre 1942 al teatro alla Scala di Milano. Il concerto, verrà trasmesso in diretta streaming web via Youtube e sul canale digitale 118 (solo in Regione Emilia Romagna) da Lepida TV.

In attesa di svelare le ultime sorprese del programma ringraziamo Giorgio Zagnoni e vi rimandiamo per  i singoli appuntamenti al sito del teatro. www.auditoriumanzoni.it

Tags

Note

A cura di Cinzia Leoni

Commenti

commenti gestiti con Disqus