Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Bye bye '900?

Presentata la Stagione Ert 2019/2020. In sette teatri da ottobre a maggio. Intervista al direttore Claudio Longhi

Bye bye '900? Ci siamo davvero liberati delle minacce del secolo breve, delle sue maledizioni, delle sue tentazioni, delle sue speranze, dei suoi crimini e delle sue vittorie?
Ma è poi stato davvero “breve” il Novecento, nato quattordici anni dopo il suo apparire e morto undici anni prima di finire con il crollo del Muro di Berlino? o è un secolo lungo che in forme striscianti continua ad abitarci e a riaffiorare? Fare i conti con la sua eredità significa anche conquistare e interpretare una postura diritta nel nostro presente e questa possibilità sembra essere l’orizzonte del dispiegarsi della Stagione 2019/2020  di Emilia RomagnaTeatro Fondazione (ERT), il teatro stabile pubblico della regione Emilia-Romagna, attivo in cinque città e sette teatri che si presenta all’appello con 24 nuove produzioni e cartelloni fitti di ospitalità.

Una stagione, la prossima, che tiene insieme allestimenti nazionali e internazionali, repertorio, tradizione e nuovi sguardi e modo di intendere lo stare in scena, la racconta ai nostri microfoni con la consueta intensità il direttore Claudio Longhi, prima di ascoltarlo vi ricordo che la campagna abbonamenti, ancora più articolata del solito è aperta dal 25 giugno al 19 ottobre. Buon teatro e buon ascolto! 

Intervista a Claudio Longhi, direttore ERT

Note

A cura di Piera Raimondi Cominesi

Commenti

commenti gestiti con Disqus