Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

A Ferrara l'universo dell'Orlando Furioso

A palazzo dei Diamanti rivive l'immaginario dell'Ariosto

Cari ascoltatori, oggi torniamo idealmente al 1525: siamo a Pavia e assistiamo a quella che gli storici definiscono la prima battaglia moderna, quella che fa piazza pulita degli ideali cortesi e chiude un'epoca, quella "cavalleresca". Da una parte Francesco I, re di Francia, l'ultimo re cavaliere, sconfitto dall'esercito imperiale di Carlo V, che usa gli archibugi, le armi dei vili, invece delle spade. È la fine di un tempo, quello degli amor cortesi e dei nobili principi dell'aristocrazia. Rivediamo la scena in un arazzo, splendido, quattro metri per otto, in mostra a Palazzo dei Diamanti fino all'8 gennaio 2017, in occasione dell'esposizione dedicata all"Orlando Furioso", esattamente 5 secoli dopo la prima stampa del celebre poema di Ludovico Ariosto, che fu proprio a Ferrara, nell'aprile del 1515. Di fronte all'arazzo c'è la spada di Francesco I, in oro smaltato, la stessa che Napoleone tenne nel suo studio alle Tuileries fino al 1815.  La mostra, che si chiude con la battaglia di Pavia, vuole farci rivivere le atmosfere che quello scontro spazzerà via per sempre, accompagnati dall'ultimo dei romanzi cavallereschi e forse il primo dei romanzi moderni, l'Orlando Furioso.

Intervista a Maria Luisa Pacelli, direttrice di Palazzo dei Diamanti

Tante le iniziative collaterali, ne ricordiamo una fra le tante, la maratona di lettura integrale e continuativa che partirà dalle 9.30 di venerdì 2 dicembre alla mezzanotte di sabato 3 dicembre. Chiunque può partecipare, basta iscriversi entro il 23 ottobre! Tutte le info sul sito www.palazzodiamanti.it.

Un saluto da Carlo Tovoli!

Tags

Note

A cura di Carlo Tovoli